Cerca in News Spazio

giovedì 9 settembre 2010

Il rover marziano Opportunity è a metà strada verso il cratere Endeavour

(Immagine, credit NASA/JPL-Caltech)

NEWS SPAZIO :- Mentre noi qui sulla Terra continuiamo a "fare del nostro meglio", a più di 50 milioni di Km da noi sul Pianeta Marte il piccolo rover Opportunity (MER-B, Mars Exploration Rover B, il gemello del MER-A ovvero Spirit) prosegue il suo viaggio verso il cratere Endeavour.

Anche lui "fa del suo meglio" e ci riesce in pieno! Lanciato dalla NASA nell'ormai lontano Luglio 2003 ed arrivato su Marte nel Gennaio 2004 "Oppy" aveva come missione primaria studiare Marte per 90 giorni. Sono ormai più di sei anni che lavora senza sosta!

Esattamente due anni il rover fa ha lasciato il cratere Vittoria ed ha iniziato il lungo cammino che avrà termine una volta raggiunto Endeavour, un gigantesco cratere di 22 Km di diametro.
Ieri, Mercoledì 8 settembre, Opportunity ha guidato per 111 metri, raggiungendo metà strada, la metà di quei 19 Km che separano Vittoria da bordo ovest di Endeavour.

Un fatto curioso è che dopo che il team scientifico di missione aveva scelto il cratere Endeavour come destinazione a lungo termine per il rover osservazioni condotte dalla sonda orbitale MRO (Mars Reconnaissance Orbiter) mostrarono la presenza di minerali argillosi proprio nel bordo di Endeavour, rendendolo così una destinazione ancora più interessante dal punto di vista scientifico.

I minerali argillosi si formano esclusivamente in condizioni "umide". Questi sono risultati essere "piuttosto" comuni su Marte, in base alle registrazioni condotte dall'orbita, ma ancora non ne è stato esaminato alcuno direttamente dalla superficie.

L'immagine che vedete pubblicata è stata ripresa dalla Navigation Camera del rover dopo aver raggiunto la metà del suo tragitto. In lontananza, più scuro, vedete Endeavour che aspetta.

Go, Oppy, Go!

Fonte dati, JPL-NASA.

6 commenti:

  1. Certo che passare da una Dealine di 90 gg a 6 ANNI..:-D

    Alla faccia della durabilità.
    Sto piccoletto ha ripagato 10 volte l'investimento iniziale..una volta tanto nella Ricerca spaziale succedono anche cose miracolose..

    Go Go Oppy.!

    RispondiElimina
  2. peccato per spirit...sigh...:-(

    RispondiElimina
  3. raga speriam bene che i nostri tecnici nasa abbiano fatto grossi corsi di guida..perchè sto po pò di SUV a 6 ruote è MOOOLTO diverso dai giocattolini precedenti.
    Qui si comincia a vedere realmente qualcosa di GROSSO,seriamente impegnato,forzo spaziale di Scouting-Recon.

    Evvai con i termini tanto amati dai nostri Amici USA..:D

    RispondiElimina
  4. Spirit è adesso una "stazione scientifica fissa"... potrà ancora essere utile e fare buona scienza!

    RispondiElimina
  5. Però, i tecnici della Nasa sono dei gran bei furbacchioni, perchè hanno dichiarato che i 2 rover potevano funzionare massimo per 90 giorni, quando invece la loro integrità strutturale, garantisce un operatività di almeno una decina d'anni!

    I miracoli , NON ESISTONO, tanto meno in campo scientifico!

    Lo hanno fatto solo per guadagnarci in immaggine e trasmettere forte e chiaro il messaggio che più sono finanziati e più creano "miracoli tecnologici".......speriamo almeno che questa campagna di marketing sortisca gli effetti sperati.

    Quanto scritto da me sopra è da interdersi come opinione personale, sia chiaro.

    RispondiElimina
  6. Purtroppo viviamo in un mondo abitato da miopi,chi sgancia i soldi deve per forza vedere risultati e ritorno economico o di immagine.

    A balzellon balzelloni potremmo già essere li su Marte a esplorarlo..solo avessero voluto veramente.Ad personam:)

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.