Cerca in News Spazio

venerdì 5 agosto 2016

Chang'e-3, terminata la missione del rover Yutu

(Credit China Academy of Sciences/Xinhua)

NEWS SPAZIO :- E' il SASTIND (State Administration for Science, Technology and Industry for National Defense) Cinese a dare l'annuncio che il piccolo rover Yutu ha smesso di operare.

Yutu è il rover della missione Chang'e-3 di esplorazione Lunare, lanciata il 1° Dicembre 2013 ed allunata nel Mare Imbrium il 14 Dicembre 2013.

Il piccoletto ha resistito molto al di là di quanto programmato per la sua missione. Le difficoltà incontrate però sono state tante, problemi che nel Gennaio 2014 lo hanno immobilizzato definitivamente.
Trovate tutti i dettagli nella sezione del blog dedicata alla Cina




I segnali da Yutu sono stati ricevuti periodicamente da vari radio operatori sulla Terra (questo è un esempio), praticamente ad ogni nuovo giorno Lunare, quando il veicolo usciva dall'ibernazione per proteggersi dalla lunga e fredda notte, 14 giorni Terrestri in cui la temperatura poteva scendere fino a -180°C.

La missione di Yutu è terminata dopo 972 giorni, quando ha smesso di rispondere al controllo missione sulla Terra.

La missione Chang'e-3 è stata un successo, con più di 100 articoli scientifici pubblicati oltre che a un grande Database pubblico di immagini, descritto in questo precedente post


Nel 2018 la Cina lancerà almeno 3 missioni dirette verso la Luna, un primo satellite che farà da ponte radio verso il lato oscuro della Luna dove atterrerà Chang'e-4, praticamente gemella di Chang'e-3, anch'essa costituita da un lander e da un rover.
Ed anche Chang'e-5 partirà lo stesso anno, missione che riporterà sulla Terra un campione del suolo Lunare. Ricordate Chang'e-5T1 del 2015?

Stay tuned!

9 commenti:

  1. Ciao com'è la situazione della stazione orb cinese ,ho letto che è fuori controllo ...corrisponde al vero o sono le solite info scritta tanto per riempire i giornali?

    RispondiElimina
  2. La missione cinesa è stata ottima, nonostante il problema al rover;
    però è stata poco reclamizzata in Occidente, fosse stata Nasa avrebbe avuto più interesse
    Nico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo, la domanda di Massimiliano si riferifa a Tiangon-1, mentre tu probabilmente fai riferimento a Chang'e-3. In occidente ne ho parlato io, su questo blog!

      Elimina
  3. Più che poco reclamizzata, diciamo che la stessa Cina é stata poco aperta a condividere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco, non è esattamente vero. Vai a vedere la sezione 'Cina' del blog.

      Elimina
  4. La Cina farà faville, sta lavorando seriamente ed in sordina per fare la sua parte (interessata) con le sue forze su più fronti.
    Vedrete.

    RispondiElimina
  5. Un'altra babilonia di informazioni e malintendimenti, nonostante la nostra civiltà avanzata e tanta profusione di tecnologia googliana ...
    Yutu sembra essere, o è quasi certamente, nell'usuale stato di ibernazione, che si instaura quando non è illuminato, nonché riscaldato, lui e la Luna, dalla luce solare, quindi probabilmente non ha cessato di funzionare e non è ancora morto!
    Divertitevi a leggere l'articolo e capire, se vi è possibile, cosa ha fatto generare l'equivoco:
    Yutu is NOT dead (probably)

    http://www.planetary.org/blogs/emily-lakdawalla/2016/08100543-yutu-is-not-dead-probably.html?after=t3_4x15dd?

    RispondiElimina
  6. Sì, l'ho letto questa mattina e domattina troverai un post dedicato :)

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.