Cerca in News Spazio

Caricamento in corso...

mercoledì 29 luglio 2015

Curiosity e la strana roccia Marziana di nome "Elk"

(Credit NASA/JPL-Caltech/MSSS)

NEWS SPAZIO :- Si avvicina il 3° anniversario dell'atterraggio su Marte del Mars Science Laboratory Curiosity. Il Pianeta Rosso gli ha fatto trovare un bel regalo, una roccia mai incontrata in precedenza, in un'area che giace appena al di sotto rispetto ad una zona geologica di contatto studiata dal rover denominata "Missoula" (foto in alto), vicino a "Marias Pass" alle pendici del Monte Sharp.

Si tratta di una roccia con sorprendentemente alti livelli di silice. Quest'ultimo è un composto contenente silicio ed ossigeno, che sulla Terra si trova comunemente come quarzo.

martedì 28 luglio 2015

New Horizons, i gas nell'atmosfera di Plutone ed i flussi dei ghiacciai sulla sua superficie


NEWS SPAZIO :- Continuiamo a parlare della meravigliosa missione NASA della sonda New Horizons e del suo storico passaggio ravvicinato con il pianeta Plutone. Trovate tutto qui


Nuovi dati e nuove immagini sensazionali vengono inviate a Terra dalla sonda. Come sappiamo ci vorranno parecchi mesi per ricevere tutto ciò che gli strumenti di bordo hanno registrato durante il flyby dello scorso 14 Luglio, almeno fino a Novembre 2016.

Da quello che vedo sono tante e molto frequenti le pubblicazioni NASA sui dati che via via arrivano a Terra. Non inseguirò le ultime novità di New Horizons ora per ora, dovrei fare solo quello fino all'anno prossimo.
Piuttosto, le raccoglierò periodicamente in un post riassuntivo, giusto per restare aggiornati sulla missione ma senza la frenesia di voler postare subito ogni minima novità.
Anche perché i primi dati che arrivano sono preliminari, le informazioni "corpose", quelle ad alta risoluzione, arriveranno a Terra nei prossimi mesi.

Detto questo diamo subito uno sguardo alla bellissima foto in alto. E' stata scattata dalla fotocamera LORRI (Long Range Reconnaissance Imager) appena sette ore dopo aver superato il punto di massimo avvicinamento al pianeta. Il risultato è spettacolare, la luce solare che filtra attraverso l'atmosfera di Plutone ci rivela la presenza di nebbia, foschia, fino ad un'altitudine di 130 km al di sopra della superficie.

venerdì 24 luglio 2015

Kepler 452-b, la prima Super-Terra in orbita intorno ad una stella simile al nostro Sole

(Credit NASA/JPL-Caltech/T. Pyle)

NEWS SPAZIO :- Come è loro solito i media tradizionali amano scatenarsi ed esagerare. E' rimbalzato in tutti i notiziari nazionali, siti web, giornali e quant'altro il recentissimo annuncio da parte della NASA della conferma della scoperta di un nuovo esopianeta "cugino" della nostra Terra da parte del telescopio spaziale Kepler, il cacciatore di pianeti lontani simili al nostro mondo.

Ho sempre pensato che le notizie occorra saperle dare in un certo modo, specialmente quelle di scienza. Usare un linguaggio semplice in questo caso è importante per raggiungere il maggior numero possibile di lettori. Alla base di tutto però occorre mantenere sempre una profonda correttezza, competenza ed onestà intellettuale e magari sarebbe opportuno astenersi dall'usare teorie e possibilità ancora non dimostrate per fare titoloni ad effetto.

L'ultimo esopianeta confermato dagli scienziati della missione Kepler è Kepler 452-b, e dal punto di vista scientifico è estremamente importante, rappresenta un passo in avanti nella ricerca di pianeti lontani simili al nostro. Ma ancora se ne sa poco.

CRS-7, i primi risultati delle indagini sulla distruzione in volo del Falcon 9 e di Dragon

(Credit SpaceX)

NEWS SPAZIO :- Lunedì scorso SpaceX ha pubblicato alcune prime indicazioni sulle indagini in corso per l'incidente del 28 Luglio che ha portato alla distruzione del razzo Falcon 9, poco dopo il lancio per l'inizio della missione CRS-7 di rifornimento alla Stazione Spaziale Internazionale.

SpaceX ha guidato le indagini con la supervisione della FAA (Federal Aviation Administration) e la partecipazione della NASA e dello US Air Force.

La stessa SpaceX dichiara che quanto pubblicato costituisce risultati ancora preliminari, l'analisi dei dati di volo è ancora in corso. Vediamo cosa è stato scoperto fino ad ora.

giovedì 23 luglio 2015

Soyuz TMA-17M, lancio ed arrivo sulla Stazione Spaziale Internazionale per Expedition 44, replay video!

(Credit NASA/Aubrey Gemignani)

NEWS SPAZIO :- Lancio ed arrivo in 6 ore. E' partita ieri sera dal Cosmodromo di Baikonur alle 23:02 ora Italiana la capsula Russa Soyuz TMA-17M con a bordo i tre membri di Expedition 44 Kjell Lindgren (NASA), Oleg Kononenko (Roscosmos) e Kimiya Yui (JAXA).

Un lancio assolutamente perfetto, o 'nominal' come si dice quando tutto procede bene, che ha portato il trio a raggiungere la Stazione secondo il profilo di missione veloce in appena 4 orbite, dopo sei ore dal lancio.

mercoledì 22 luglio 2015

Soyuz TMA-17M, questa sera il lancio di tre nuovi membri di Expedition 44 diretti sulla Stazione Spaziale Internazionale, diretta video by NASA TV!

(Credit NASA/Aubrey Gemignani)

NEWS SPAZIO :- Mancano poco più di 10 ore al lancio del prossimo equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale. Stiamo partlando di 3 nuovi membri di Expedition 44 che partiranno questa sera alle 23:02 ora Italiana a bordo della capsula Russa Soyuz TMA-17M.

Il lancio avrà luogo come sempre dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan. A bordo della navetta prenderanno posto il comandante della Soyuz Oleg Kononenko, l'astronauta Giappponese Kimiya Yui e l'astronauta Americano Kjell Lindgren, che inizieranno così il loro periodo di servizio di sei mesi sulla Stazione.

Guardiamo insieme da questo post il lancio.

martedì 21 luglio 2015

DSCVR, la prima meravigliosa immagine "EPIC" della nostra TERRA, by NASA!

(Credit NASA)

NEWS SPAZIO :- Ogni volta che guardo una foto come quella che avete qui sopra non posso fare a meno di pensare a quanto la nostra madre Terra abbia bisogno che ognuno di noi se ne prenda cura. C'è solo lei a sostenere la vita, c'è solo lei a prendersi cura di noi, e dobbiamo mantenerla in salute.

Questa meravigliosa foto è stata ripresa il 6 Luglio scorso dalla sonda NASA DSCOVR (Deep Space Climate Observatory) da una distanza di 1.000.000 di miglia (1,6 milioni di km).

European Business Angels Network (EBAN), importante accordo con ESA per l'imprenditorialità spaziale Europea

(Credit EBAN)

NEWS SPAZIO :- Abbiamo parlato varie volte delle importanti iniziative dell'Agenzia Spaziale Europea per finanziare ed incubare progetti imprenditoriali che utilizzano tecnologie nate per l'esplorazione spaziale al fine di realizzare prodotti e servizi che abbiano una ricaduta qui sulla Terra.
Sono molto interessato a tutto ciò perché oltre ad avere motivazioni personali sono convinto che questi programmi ESA costituiscano un'importante opportunità per far nascere nuove aziende, nuovi servizi e nuovo business, e quindi nuova occupazione, per di più con respiro Europeo.
E' mia convinzione che non siano le idee a mancare, ve ne sono in abbondanza, ma da sole fanno poca strada. E' necessario che ci sia un ambiente che ne faciliti la crescita, lo sviluppo, la diffusione e la maturazione in progetti di business concreti.

E proprio per questo sono contento di aver ricevuto un'email molto interessante che vorrei condividere con voi in questo post. Ringrazio Emanuele Blasi che mi ha contattato inviandomi il comunicato che trovate qui di seguito.

La notizia è importante e le sue potenzialità sono assolutamente concrete, per tutti noi.
Sto parlando della European Business Angels Network (EBAN) e di una nuova collaborazione che ha avviato con l'Agenzia Spaziale Europea tramite la quale gli investitori di EBAN saranno fortemente coinvolti con le imprese che l'ESA sta incubando e supportando nei propri centri d'incubazione (BIC, Business Incubation Centre). Vediamo di saperne di più.

lunedì 20 luglio 2015

Apollo 11, il giorno in cui l'uomo toccò la Luna!

(Credit NASA)

NEWS SPAZIO :- Oggi è l'anniversario di un evento talmente grande da non aver bisogno di tante parole: 46 anni fa l'umanità metteva piede per la prima volta sulla Luna, il nostro satellite naturale.

Da quel momento in poi tutti noi ci siamo sentiti più grandi, più forti e più potenti. Ed anche se al confronto dell'universo ci sentiamo così piccoli ed insignificanti, dobbiamo ricordare anche che siamo così grandi da riuscire a comprenderne le sue meraviglie ed a compiere le nostre meraviglie!

E' la nostra natura, innalzarci oltre le nostre difficoltà, oltre i nostri problemi ed i nostri limiti. Se continueremo così raggiungeremo le stelle.

Ricordiamo quella lontana notte del 1969 ed i tre astronauti eccezionali - tre uomini come noi! - che fecero l'impresa.

New Horizons, nuove bellissime immagini ad alta risoluzione, la pianura ghiacciata del cuore di Plutone


NEWS SPAZIO :- Nuove immagini ad alta risoluzione di Plutone sono arrivate dalla sonda NASA New Horizons.
Spettacolari foto che ci mostrano grandi pianure che sembrano essere molto giovani, non più di 100 milioni di anni, e caratterizzate dall'essere senza crateri, forse scolpite da qualche processo geologico.

La vedete in cima al post, questa regione ghiacciata è situata a nord delle montagne di ghiaccio di Plutone, già individuate in precedenti immagini, e si trova quasi al centro della regione "a cuore" denominata informalmente "Tombaugh Region”, dal nome di Clyde Tombaugh, che scoprì Plutone nel 1930.