Cerca in News Spazio

venerdì 4 maggio 2018

InSight, il lancio della nuova sonda NASA per l'esplorazione del sottosuolo di Marte, diretta video by NASA TV!

(Credit NASA/JPL-Caltech)

NEWS SPAZIO :- Ci siamo, tutto è pronto per l'inizio di una nuova affascinante missione di esplorazione di Marte.
E' pronta al lancio la sonda NASA InSight (Interior Exploration using Seismic Investigations, Geodesy and Heat Transport) che studierà il sottosuolo del Pianeta Rosso. Vi avevo già messo in preallarme con questo precedente post


ed ora ci siamo! Il lancio avverrà domani 5 Maggio a bordo di un razzo vettore ULA Atlas V 401. La finestra di lancio si aprirà alle 13:05 ora Italiana, e resterà aperta 2 ore.
Destinazione Elysium Planitia, emisfero Nord di Marte.

Vediamo il lancio direttamente da questo post.



Tutti i dettagli della missione li trovate nella sezione 'Insight' del blog


InSight è la prima sonda interplanetaria che partirà dalla West Coast USA. Il sito di lancio è infatti lo Space Launch Complex 3E della Vandenberg US Air Force Base, in California.

Alla partenza il vettore Atlas V a 2 stadi produrrà una spinta di 3,8 MN. Per i primi 17 secondi la sua ascesa sarà in verticale per poi iniziare a ruotare per portarsi in una traiettoria che punterà verso il polo sud Terrestre.

A T+2 min e 36 sec avverrà il MECO (Main Engine Cut Off), cioè lo spegnimento dei motori del 1° stadio. L'altitudine raggiunta sarà di circa 106 km.

Il 2° stadio Centaur si separerà 6 secondi dopo. Dopo altri 10 secondi si accenderà il suo propulsore (101,82 KN di spinta) per immettersi in orbita di parcheggio a 185 km di altitudine. Tale orbita sarà raggiunta a T+12 min e 16 sec.

Da qui, dopo un periodo di tempo compreso tra 59 e 66 minuti, Centaur effettuerà una nuova accensione per immettere InSight della giusta traiettoria interplanetaria per Marte. Centaur si separerà dalla sonda a circa T+93 minuti.

L'arrivo di InSight con il relativo atterraggio è pianificato per il 26 Novembre, intorno alle 21:00 (ita).

Da qui la sonda inizierà la sua missione di esplorazione, per studiare il sottosuolo di Marte per imparare come si formano i pianeti rocciosi, Terra e Luna inclusi.
Tra gli strumenti di bordo vi sono un sismometro per rilevare terremoti (o martemoti) e una sonda che monitorerà il flusso di calore al di sotto della superficie.

In caso di abort della partenza, sono previste altre opportunità di lancio, varie finestre di backup che vanno dal 5 Maggio all'8 Giugno.

La trasmissione video per la diretta del lancio di NASA TV avrà inizio intorno alle 12:30. Vediamo il lancio qui sotto



E sempre lo stesso giorno, nella stessa box qui sopra, a partire dalle ore 15:00 ci sarà la diretta video della partenza dalla Stazione Spaziale Internazionale della capsula cargo Dragon di SpaceX protagonista della missione di rifornimento CRS-14. Il rilascio della capsula da parte del braccio robotico della ISS è previsto per le 15:24. Approfittatene!

Enjoy!

16 commenti:

  1. Tutto nominale per il momento...
    Se vi state chiedendo cosa sto ascoltando come colonna sonora per il lancio?!!!:

    https://www.youtube.com/watch?v=l8fPVuK4DLw

    By Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto bene,
      vi aggiorno anche sulla colonna sonora, ora you tube mi consiglia una mia vecchia amica...:
      https://www.youtube.com/watch?v=JnpyCEUESEw

      By Simo

      Elimina
  2. Risposte
    1. Confermo, grande Simo!

      Elimina
    2. Mi fa piacere che vi sono piaciuti, il jazz è un tipo di musica che non mi è facile comprendere e piacere, su un vago tema si improvvisa ognuno come gli pare con il suo strumento, a volte c'è una regia a volte no.
      Più o meno comprensibile a chi come me si è formato musicalmente in altri lidi musicali, la "Fusion" è la parola magica da accostare a quella "jazz", riesco cosi a trovare grandi autori a me vicini da sempre come Joni, cantare in modo sincopato in un contesto jazz.
      Quasi sempre in attesa dei lanci ammazzo il tempo ascoltando musica, continuerò, visto i like ^_^, a condividere e vi invito a fare lo stesso!!

      by Simo

      Elimina
  3. Sergio una domanda se la missione andrebbe a buon fine pensi che ci potrebbero essere altre missioni per studiare il sottosuolo? e se si la sonda sarebbe simile(un po come i sovietici con le sonde Luna) oppure sarebbe una sonda molto diversa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi di aspettare per vedere cosa scopre InSight. Spesso i programmi si progettano sulla base dei risultati raggiunti.

      Elimina
  4. Sergio perdona la mia ignoranza, ma visto che la sonda scaverà molto più in profondità delle altre, almeno fino a ora, non ci sono rivelatori di micro organismi , non conveniva approfittare di una tale missione per approfondire la questione della vita , se non sbaglio il rover di exomars 2020 userà una trivella e un laboratorio di analisi per micro organismi
    Un saluto
    Nico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ExoMars 2020 avrà a bordo MOMA, Mars Organic Molecule Analyser, per individuare i biomarkers. Che dire, ogni agenzia spaziale gestisce le missioni sulla base delle proprie strategie...

      Elimina
    2. Sergio se non sbaglio nel 2020 verranno lanciate ben 2 Rover su Marte cioè Mars 2020 della NASA e ExoMars 2020 del ESA, un pianeta affollato :) chissà se i due rover attualmente operativi lo saranno per dare il "benvenuto" hai nuovi arrivati.

      Elimina
  5. ciao Sergio, ma di sicuro o almeno credo, oltre ad avere dei dati sismici penso che possa anche fare delle analisi , valutare la composizione chimica del nucleo vedere se è liquido o solido , mi pare che Marte abbia un campo magnetico blando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marte aveva un campo magnetico ma poi è svanito, si presume quindi che i moti convettivi siano cessati su Marte
      http://ceifan.org/morte_di_marte.htm

      Elimina
  6. Sergio, la sonda aveva dentro 2 piccoli satelliti "dimostratori", non avendoli mai citati nei tuoi post, mi permetto di aggiungere questa informazione al contesto:

    Cube-sat Marco sulla via dello spazio profondo

    By Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, ne parleremo in un prossimo post dedicato al viaggio di InSight.

      Elimina
  7. Giusto Simo, anche io avevo notato l'assenza dei due cubesat dalla descrizione della missione, comunque sia sono due piccoli satelliti, la missione principale e stata ben descritta, rimango ancora perplesso sul motivo per cui la Nasa, non ha inserito nella missione un biomarkers
    Nico

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.