Cerca in News Spazio

sabato 1 luglio 2017

YOU SPACE#43, Luglio 2017, lo Space Sharing di News Spazio!

(Credit NASA)

NEWS SPAZIO :- Eccoci a Luglio con YOU SPACE, l'ambiente free and easy in cui chiunque può condividere e proporre argomenti di discussione, articoli, segnalare link e notizie, ecc. ecc., senza timore di andare off-topic. Naturalmente sempre riguardanti lo spazio e l'astronautica.

Questa intro resta abbastanza uguale nel tempo, così come le Regole di Ingaggio valide per tutti, giusto per fare le cose per bene, con rispetto e civiltà.



REGOLE DI INGAGGIO
Per prima cosa potete condividere qualunque argomento, purché abbia qualche attinenza con lo spazio.

Per dare maggiore spessore e credibilità ai vostri interventi vi invito a citare e linkare le fonti originali. Mi piacerebbe che fossero nella forma di una breve descrizione seguita dal link di riferimento, ma non è obbligatorio.

E' fondamentale poi mantenere un atteggiamento educato, civile e rispettoso verso tutti.

Non si tratta di una corsa a chi posta prima un link, per cui vi inviterei ad aspettare un po', può essere benissimo che per la notizia che avete trovato io stia già preparando un post dedicato.

Così come può anche essere che alcuni argomenti già introdotti da voi in questa sezione possiate poi ritrovarli affrontati in un post su NewsSpazio (magari perché mi serve più tempo per scrivere un articolo).

E non si tratta nemmeno di una corsa a chi pubblica di più. All'inizio potrebbero essere sufficienti pochi link, in modo da stimolare una discussione su quei temi e non disperdere gli interventi.

Vi ricordo infine che, come scritto nel Disclaimer del blog, per ogni cosa che scrivete ne avete la piena ed unica responsabilità.

Detto questo, Enjoy YOU SPACE!

10 commenti:

  1. Quante eccellenze italiane fermate dal precariato(€)

    Leggevo...

    ..l'esperto di bioastronomia Cristiano Batalli Cosmovici, che nel 1998 aveva avviato un programma per cercare la 'firma' dell'acqua su pianeti esterni al Sistema Solare con il radiotelescopio di Medicina, vicino Bologna.

    "L'abbiamo trovata in 5 dei 35 pianeti studiati", ha detto. La tecnica che ha permesso di farlo, chiamata effetto maser, è l'equivalente del laser nelle microonde e nel 1994 ha rivelato il vapore acqueo liberato dall'impatto della cometa Shoemaker-Levy su Giove.
    Per questo in seguito è stata utilizzata per rivelare la presenza dell'acqua su pianeti lontani.

    "L'abbiamo utilizzata per 15 anni, ma dal 2012 si è chiuso il contratto dei giovani ricercatori coinvolti in quel progetto e tutto si è fermato". ;(

    RispondiElimina
  2. Teletrasportato il primo "oggetto" dalla Terra a un satellite in orbita.

    Sfruttando il misterioso fenomeno dell’entanglement quantistico, ricercatori cinesi sono riusciti a ‘teletrasportare’ un fotone dalla Terra a un satellite che orbitava a 500 chilometri di altezza.


    Ricercatori del Progetto Micius, il cui nome deriva dal satellite cinese lanciato in orbita lo scorso anno, sono riusciti a teletrasportare quantisticamente un fotone dalla Terra al dispositivo orbitante

    Prima però è doveroso spendere qualche riga sull'entanglement, un fenomeno della meccanica quantistica (osteggiato dallo stesso Albert Einstein) che oggi rappresenta una realtà, per quanto ancora misteriosa e concettualmente bizzarra rispetto alla fisica classica. Per entenglement quantistico si intende un intimo legame tra due particelle, laddove al cambiamento di una delle due ne avviene uno di verso opposto nell'altra.

    URL: https://arxiv.org/abs/1707.00934

    URL: https://www.technologyreview.com/s/608252/first-object-teleported-from-earth-to-orbit/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque queste particelle sono soggette al limite della velocità della luce che ovviamente non possono superare.

      Elimina
  3. Triste ma era una cosa ovvia
    http://www.focus.it/scienza/spazio/non-ci-sono-soldi-per-mandare-uomini-su-marte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun timore. Anche se ad oggi Nasa non ha finanziamenti per andare da sola su Marte non significa che non ci andrà. Probabilmente non ci andrà da sola (un po' come per la ISS ed in fondo sarebbe anche meglio). Leggila come mossa politica.

      Elimina
    2. Il punto è la tempistica, sono certo che prima o poi degli esseri umani andranno su Marte (prima del 2050 penso e spero) ma trovo la tempistica attuale ovvero entro il decennio 2030 abbastanza irrealistica a meno che non ci sia un forte aumento del budget ma ne dubito chissà forse con la futura amministrazione , per quanto riguarda la cooperazione per una missione marziana possiamo dire tranquillamente che è quasi un obbligo però bisogna vedere quali sono gli obbiettivi delle altre agenzie spaziali che mi sembrano tutte (ESA,Russia,Cina) più interessati alla Luna infatti nelle loro tempistiche una missione umana su Marte dovrebbe avvenire fra il decennio 2040 a quello 2060.

      Elimina
  4. Sergio spero che mi permetterai di ricordare un anniversario molto importante (anche se io al epoca non ero nato)16 luglio 1969 lancio del Apollo 11 :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai tranquillo, il 20 troverai un post commemorativo, come facciamo ormai tutti gli anni

      Elimina
  5. Di che natura è lo strano segnale captato lo scorso maggio dall'università di Porto Rico ad Arecibo, proveniente da Ross128 distante dalla terra circa 11 anni luce?
    nb. (è la dodicesima stella più vicina al nostro sistema solare)

    Tutte le ipotesi astronomiche avanzate fino ad oggi non sono esaustive, e i ricercatori non escludono il legame con un’avanzata civiltà extraterrestre.

    Attorno alla metà di luglio dall'Università di Porto Rico ad Arecibo sono state effettuate ulteriori osservazioni mirate di Ross 128 , e nelle prossime settimane, qualora il segnale fosse stato registrato di nuovo, i ricercatori rilasceranno nuove informazioni sul fenomeno.



    URL: http://phl.upr.edu/library/notes/ross128

    RispondiElimina
  6. Aspettando l`articolo commemorativo ,20 luglio 1969 dopo un viaggio lungo 4 giorni e 384.000 km i primi essere umani riescono a raggiungere la Luna e viene pronunciata la celebre frase "questo é un piccolo passo per un uomo ma un balzo enorme per l`umanita"

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.