Cerca in News Spazio

lunedì 27 marzo 2017

SES-10, si avvicina il lancio del 1° booster "usato", by SpaceX!

(Credit SpaceX)

NEWS SPAZIO :- Come sappiamo, è l'azienda Lussemburghese SES S.A. il 1° cliente di SpaceX per una missione che vedrà volare il 1° booster "flight-proven" del lanciatore Falcon 9, che ha già volato cioè (lo vedete in foto).

Ci siamo quasi. E' programmata infatti per Mercoledì prossimo 29 Marzo la missione SES-10, che metterà in orbita il satellite per telecomunicazioni omonimo.

L'evento ha molta importanza proprio perché segna l'inizio di un nuovo periodo nei lanci spaziali commerciali. Il 1° stadio del Falcon 9 infatti, identificato come core 21, ha già svolto una missione ad Aprile, facendo poi ritorno autonomamente a Terra.


AGGIORNAMENTO 29/3/2017
Lancio rimandato al giorno Giovedì 30 Marzo, alle ore 6:27 PM EDT, corrispondenti qui in Italia alle ore 0:27 di Venerdì 31 Marzo. Il meteo è favorevole al 70%. Stay tuned!



SES-10 fornirà servizi di broadcasting video e televisione all'America Centrale e del Sud. Realizzato da Airbus Defence and Space, pesa 5.300 kg.

E veniamo al lancio, che al momento è programmato per le 22:59 ora Italiana, dal Launch Complex 39A del NASA Kennedy Space Center in Florida.

Il 1° stadio del vettore Falcon 9. Si tratta del booster protagonista della missione CRS-8 di rifornimento alla Stazione Spaziale Internazionale che venne lanciato l'8 Aprile scorso e che poi tornò a Terra atterrando sulla nave piattaforma robotica ASDS (Autonomous Spaceport Drone Ship) "Of Course I Still Love You". Eccolo al suo rientro



Dopo il suo ritorno il booster è stato sottoposto a tutta una serie di verifiche, test e controlli ed è stato ripreparato al volo. Ci sono voluti 4 mesi, come ha dichiarato Gwynne Shotwell, Presidente e chief operating officer di SpaceX. Le aspettative sono di ridurre sensibilmente questo periodo di tempo in futuro.

E non è tutto. E' in programma che tale booster effettui il suo secondo atterraggio, dopo aver compiuto la sua missione primaria, ancora sulla stessa piattaforma ASDS che lo aspetterà nuovamente nell'Oceano Atlantico.

Sarà importante per SpaceX valutare le performance del secondo volo dello stesso booster.

Dovrebbero essere in programma altri voli per gli altri booster rientrati. Non è escluso che possano volare anche nella missione inaugurale del Falcon Heavy, più avanti nell'anno.

Troverete un post dedicato da cui seguire in diretta il lancio.

Nel frattempo è stato rimandato ad Aprile il lancio della missione Orbital ATK OA-7 della capsula Cygnus di rifornimento alla Stazione Spaziale Internazionale, per un problema idraulico individuato nel supporto di terra.

Stay tuned!

AGGIORNAMENTO 29/3/2017
Lancio rimandato al giorno Giovedì 30 Marzo, alle ore 6:27 PM EDT, corrispondenti qui in Italia alle ore 0:27 di Venerdì 31 Marzo. Il meteo è favorevole al 70%. Stay tuned!

9 commenti:

  1. Sembrerà esagerato, ma sono eccitato come ragazzino in una pasticceria.
    Sono un po', peró, confuso sulla questione monetaria. Se non sbaglio questo lancio é stato venduto a un po' meno della tariffa standard (che tiene in conto il prezzo di produzione del booster). Ma ora che i Falcon posso fare più di un volo il prezzo dovrebbe calare. É ragionevole che i primi voli vengano venduti ancora ad un prezzo maggiorato (per ammortizzare lo sviluppo del processo di refurbishment + l'eventuale perdita del vettore), ma mi chiedo se é già trapelato qualcosa sulla politica SpaceX in questo senso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il costo del lancio di un falcon 9 è di 62 milioni di dollari , un costo molto economico rispetto ai competitors col tempo il prezzo calerà ulteriormente ma adesso è troppo presto.Se questo test dovrebbe dare esito positivo allora controlleranno gli altri primi stadi già atterrati e gli prepareranno per altri voli,Sergio dubito che per il primo lancio del falcon heavy utilizzeranno questi primi stadi anche perchè penso che useranno i falcon 9 nella versione block 5.

      Elimina
  2. Alessandro:
    i prezzi tenderanno a calare ulteriormente quando il nuovo processo si consoliderà in una nuova offerta commerciale.

    Alex S:
    Tutti i booster atterrati fino ad ora sono già stati controllati indipendentemente dall'esito del volo SES-10.
    E se questo avrà esito positivo, come tutti noi speriamo, si tratterà di un nuovo passo storico verso un nuovo modo di fare spazio.
    SpaceX ci sta abituando proprio bene, e devo dire che ammiro moltissimo la voglia di seguire con determinazione e perseveranza una vision assolutamente ambiziosa e così dinamica.

    per quanto riguarda poi il lancio inaugurale del Falcon Heavy, nelle ultime notizie che ho letto ho trovato anche ciò che ho scritto, relativamente cioè all'ipotesi di usare F9S1 refurbished.
    A regime certamente, Falcon Heavy userà gli stadi core che saranno disponibili e quindi quelli di versione Block 5.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capito lo immaginavo,certo poi molto dipenderà se il lancio inaugurale del falcon heavy avvera prima di quello del falcon 9 block5(per adesso non abbiamo date ma il falcon heavy dovrebbe volare in estate e il block 5 nel 2 o 3 trimestre di quest'anno). Se il lancio del SES-10 cosi come quelli del falcon 9 block 5,falcon heavy e della navicella dragon V2 andranno bene allora la space x il prossimo anno metterebbe al primo posto la navicella dragon v2 che farà il suo primo viaggio con esseri umani e la missione intorno alla Luna ,cosi nel 2019/2020 si occuperebbe delle missione red dragon e dopo questa data potrebbe mettere tutto l'impegno per il programma ITS.

      Elimina
  3. Perché i lanciatori quando raggiungono la velocità del suono, dopo circa un minuto e a soli 8km di quota, non fanno il classico botto dei supersonici?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' dovuto principalmente al fatto che il missile viene lanciato in verticale. Quando diventa supersonico, l'onda d'urto viene sì creata, ma essa si propaga molto al di sopra delle nostre teste (per chi è sulla superficie Terrestre a guardare il lancio).
      Inoltre quando il missile diventa supersonico la sua altitudine è tale da incontrare aria rarefatta, cosa che contribusice a diminuire il boom sonico.

      Se il missile viaggiasse orizzontalmente allora si comporterebbe come un aereo supersonico e sentiremmo il boom.

      Ma a parte il boom, perché non lasci l'anonimato e scrivi il tuo nome? E' più "educato" dialogare senza nascondersi.

      Elimina
    2. Nessuna intenzione di nascondermi, mi chiede account che io non ho.
      Renzo

      Elimina
    3. Ciao Renzo e benvunto, puoi creare l'account Google (gratis) oppure anche scrivere in fondo al commento il tuo nome.

      Elimina
  4. Lancio effettuato con successo :)

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.