Cerca in News Spazio

mercoledì 29 ottobre 2014

Missione Orb-3 di rifornimento alla Stazione Spaziale Internazionale, esplode il razzo Antares subito dopo il lancio, drammatici video by NASA!

(Credit NASA TV)

NEWS SPAZIO :- Sono scene drammatiche quelle del lancio della missione Orb-3 di rifornimento alla Stazione Spaziale Internazionale operata dall'azienda privata Orbital Sciences (Orbital). La missione, rimandata il giorno prima per la presenza di una barca nell'area di lancio, era iniziata regolarmente ieri Martedì 28 Ottobre alle 23:22 ora Italiana.

Un lancio assolutamente regolare, ma pochi secondi dopo, il razzo Antares con in cima la capsula Cygnus è esploso in volo ricadendo al suolo.



La prima cosa importante è che Orbital ha comunicato che non ci sono stati feriti, tutto il personale tecnico si trovava - come deve essere! - a distanza di sicurezza per il lancio.

Il conto alla rovescia era proceduto bene, il tempo era favorevole al 95% e quando T ha raggiunto lo zero, erano precisamente le 23:22 e 38 secondi, Antares ha acceso i suoi due motori AJ-26 del primo stadio. Una buona accensione, confermata dai computer del razzo che ne hanno autorizzato il decollo. Subito dopo il liftoff i due motori stavano operando con una performance pari al 108% per guadagnare spinta, cosa assolutamente regolare.

Tutto poi si è svolto in pochi attimi. A circa T + 6 secondi si è verificato un "evento distruttivo" alla base del razzo, evento che è possibile vedere chiaramente nel video sottostante. Un'esplosione, e la seguente ricaduta al suolo del razzo. Si è sentito "Main Power Off" dal commento audio del lancio.

E quando Antares ha impattato sul Launch Pad 0A è esploso in fiamme. Le 240 tonnellate di propellenti liquidi hanno acceso anche il propellente solido del secondo stadio che ha bruciato per vari minuti.

Orbital ha avviato subito un'investigazione. Torna alla mente l'incidente avvenuto lo scorso Maggio durante un test, quando proprio un motore AJ-26 esplose.

Un'altro danno presumibilmente importante è quello che ha riguardato il sito di lancio da cui partivano le missioni di Orbital, il Launch Pad 0A del Mid-Atlantic Regional Spaceport al centro NASA Wallops Flight Facility in Virginia. E' ancora presto per valutarne i danni.

E non vi sono timori neanche per l'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale, nessun pericolo di restare a corto di rifornimenti critici. Ne ha sofferto l'attività scientifica, con 900 kg di hardware per esperimenti che era a bordo di Cygnus e che è andato distrutto con l'esplosione.

Ecco il video del lancio



Cosa accadrà adesso? Le investigazioni sono appena iniziate, i dati di telemetria saranno il punto di partenza per stabilire cosa è sucesso.
Vi aggiornerò quando saranno disponibili nuove notizie.

AGGIORNAMENTO
Ecco un altro video del lancio ripreso dall'area dove si trovava la stampa




Qui sotto il lancio ripreso dalla quota di circa 1km di altitudine da un Cessna 177 in volo (Credit Ed Sealing via YouTube)




Aggiungo un'altra ripresa video dell'incidente così come è apparsa al pubblico che assisteva al lancio



7 commenti:

  1. Veramente un peccato.
    Anche perchè Orbital è crollata in borsa del -19%.
    Probabilmente ci vorrà del tempo prima che si riprenda.

    Certo che tornano in mente le discussioni che facemmo sull'articolo riguardante l'AJ-26.

    Forse come sostenevo nella vecchia discussione gli AJ-26 che in pratica sono i motori NK-33 costruiti più di 50 anni fa e modificati, sono davvero pezzi di metallo un pò troppo vecchi per essere resi estremi e riutilizzati?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che erano appena stati "potenziati", vai a capire...

      Elimina
    2. http://www.corriere.it/scienze/14_ottobre_30/antares-esplosione-razzo-persi-anche-due-esperimenti-italiani-4b26828a-6036-11e4-b0a9-d9a5bfba99fb.shtml

      Elimina
  2. Purtroppo certi incidenti stanno nel gioco.. menomale che nessuno era coinvolto.. tutto è rimediabile.. anzi!! Stavolta dovranno rivedere ben benino questo motore.. :(

    RispondiElimina
  3. Un duro colpo per l'astronautica privata...speriamo che tutto questo non influisca negativamente sul lancio del nuovo vettore Nasa a Dicembre!! Alberto

    RispondiElimina
  4. Duro colpo anche per Virgin Galactic, la navetta SpaceShipTwo, ha avuto un anomalia subito dopo lo sgancio ed è esplosa, è successo un paio d'ore fa.

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.