Cerca in News Spazio

lunedì 18 agosto 2014

Rosetta, un po' delle nuove splendide immagini della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, 2D e 3D by ESA!

(Credit ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA)

NEWS SPAZIO :- Nell'anno 196 AC un decreto Tolemaico venne registrato su di una stele di pietra. In esso venivano elencati tutti i benefici che il re aveva fatto al paese. Tra questi le tasse da lui abrogate, con la conseguente decisione del clero di erigere in tutti i templi del paese una statua d'oro in onore de re, da collocare accanto a quelle degli dei e di indire festeggiamenti in suo onore.

La stele venne scoperta nel 1799 dal Francese Pierre-François Bouchard, capitano nella Campagna d'Egitto di Napoleone Bonaparte.
Si è trattata di una scoperta rivoluzionaria, perché il decreto in esso contenuto era stato scritto nelle "parole degli dei" (geroglifici), nella scrittura del popolo (demotico, una differente grafia dell'egizio) ed in greco.
Tre differenti lingue, delle quali solamente il greco era conosciuto.


Prima del suo ritrovamento infatti la lingua egizia antica era un mistero. Ma grazie alla stele ritrovata nell'antica città sul delta del Nilo di nome Rashid, oggi nota come Rosetta, è stato possibile iniziare a gettare luce su tale mistero.

Rosetta è anche il nome della sonda spaziale Europea lanciata nel 2004 e che dopo più di 10 anni di viaggio e più di 6 miliardi di km percorsi ha raggiunto una destinazione molto particolare, la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, che attualmente si trova a 405 milioni di km dalla Terra, circa a metà strada tra le orbite di Giove e di Marte. I dettagli della missione li trovate qui


Che questo nuovo esploratore riesca a decifrare alcuni dei misteri del nostro sistema Solare studiando direttamente quelle che si ritiene ne siano i mattoni fondamentali?

Vediamo alcune tra le più belle immagini di 67P che Rosetta sta inviando a Terra.



In cima al post potete vedere un anaglifo, un'immagine 3D da vedere con i famosi occhialini blu e rossi. E' stata pubblicata il 14 Agosto e le due foto usate per realizzarlo sono state scattate dalla OSIRIS Narrow Angle Camera il 7 Agosto, da 107 km di distanza dalla cometa. Eccone una

(Credit ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA)

E' del 6 Agosto questa meravigliosa foto, sempre ripresa da OSIRIS, da 120 km di distanza dalla cometa e con la risoluzione di 2,2m/pixel

(Credit ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA)

E' sempre di OSIRIS quest'altra foto eccezionale, sempre del 6 Agosto, un dettaglio piuttosto "pianeggiante" avente risoluzione di 2,3 m/pixel e ripreso da una distanza di 130 km

(Credit ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA)

La seguente immagine è stata scattata l'11 Agosto, ripresa dalla Navigation Camera (NavCam) da 102 km di distanza

(Credit ESA/Rosetta/NAVCAM)

Qui siamo al 12 Agosto, la distanza è di 103 km

(Credit ESA/Rosetta/NAVCAM)

Qui siamo a 115 km dalla cometa, in questa fotografia del 13 Agosto

(Credit ESA/Rosetta/NAVCAM)

Questa foto è stata scattata il 14 Agosto con la NavCam da circa 100 km di "altitudine" dalla cometa

(Credit ESA/Rosetta/NAVCAM)

E' del 16 Agosto questa immagine ripresa da 93,5 km di distanza con la  NavCam

(Credit ESA/Rosetta/NAVCAM)

Concludo con un'altrettanto bella immagine della cometa  67P/Churyumov-Gerasimenko così come appariva il 30 Aprile, ripresa dalla OSIRIS Narrow Angle Camera di Rosetta

(Credit ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA)

Enjoy!

21 commenti:

  1. E' di una profondità abbagliante la foto ultima. Da l'idea che OGNI punto luminoso HA una sua Storia. Sia una Cometa sia un'asteroide sia esso un pianeta o un Sole lontano. Siaom solo NOI che non la sappiamo.Non sappaimo nada de nada. E quando,come ora,riusciamo ad avvicinarci..sembra di aprire la tomba di un'altra civiltà,dai uno sguardo su un'oggetto ANTICO come il Sistema Solare..e capisci quanto la vita e la "normalità" attorno a te,il nostro pianeta con le sua cazzate mostruose, siano..appunto cazzate. La fuori c'è la Vera Storia. E la Vera Storia della Vita. Lo Spazio. Il nostro pianeta è meravgilioso si..ma a volte,se ci si fermasse a pensarlo veramente, sarebbe ancora più meraviglioso SENZA gli esseri micidiali che lo abitano. Gli Uomini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed in mezzo a questa umanità vi sono anche quelle persone che spendono le loro vite per realizzare missioni come queste...

      Elimina
    2. Ovvio..ma sempre troppo poche.

      Elimina
  2. Fantastiche immagini! La prima in 3d, poi, è spettacolare! Sembra di esserci!

    RispondiElimina
  3. A seconda delle inquadrature, ora sembra un corpo fortemente eroso, ora come la fusione di due che prima erano vicini, ma separati.

    All'origine, o meglio, in uno stato precedente, potrebbe essere stato molto diverso ed essersi modellato in seguito ad un violento impatto con un'altro corpo, diventanto incadescente e ristrutturandosi mentre era in rapida rotazione, come un vaso di terracotta.

    Oppure potrebbe essere il corpo formatosi in seguito alla proiezione nello spazio di una massa rocciosa espulsa dall'interno di un pianeta, da una forte attività vulcanica, con o senza l'addizionale forza esplosiva dell'impatto con un'altro corpo in rotta di collisione precipitato sull'ipotetico vulcano del pianeta o satellite che sia stato.

    Sono immagini davvero impressionanti ed accurate, alcune strutture, per la loro forma spazzata ed erosa, assomigliano a certi accumuli di neve fresca modellata dal vento forte, parzialmente liquefatta in superficie sotto l'azione del sole e successivamente indurita e ghiacciata con l'abbassarsi della temperatura di notte ... qui sulla nostra Terra.

    Quanto tempo, quanti anni, per riuscire ad avere queste foto.
    Ma non finisce qui.
    Ne vedremo delle belle, (ancora più belle?) man mano che si avvicina al sole.
    Di questa cometa e speriamo anche di Plutone e Caron dimonio, ne gusteremo altre.
    Bellissime imprese, straordinarie!

    RispondiElimina
  4. Propongo di fare una sorta di scommessa stile inglese anglosassone, ma senza vili premi materiali: quale sarà il sito che sceglieranno per l'atterraggio di Rosetta?

    Cioè dove si aggrapperà esattamente per poter stare in un zona protetta abbastanza per non essere investita e rovinata dalle sue particelle di gas e polveri quando saranno più intense, durante l'avvicinamento al sole?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In qualche sito NON liscio non eroso..perchè li è ovvia la presenza di forze importanti atte all'erosione e consumo...

      Elimina
    2. Si Giò, ma così è fin troppo facile... troppo generico.
      Intendevo dire, un target preciso, un punto, un'area circoscritta ... diciamo 100, 500 metri, come uno stadio?

      Penso che le erosioni presenti siano miste, cioè che ci siano quelle molto antiche e catastrofiche avvenute durante la sua formazione, e quelle più recenti, meno intense, sostanzialmente quelle causate dai passaggi vicino al sole.
      La parte che potrebbe essere stata erosa di più nel lontanissimo passato, potrebbe essere quella zona centrale, la più piccola che unisce le due parti grandi di questa forma a pseudo clessidra o doppia pera.
      Sempre che la cometa non si sia formata dalla fusione di due pezzi di roccia separati.

      Verosimilmente quelle zone più levigate ed esterne saranno le più esposte, però questo pezzo di roccia ruota anche su se stesso, quindi per ogni punto le pressioni saranno continuamente variabili, caoticamente.
      Con intensità diverse possono essere esposte quasi tutte le sue parti, io credo.

      I computers con tutti i dati aggiornati e le foto presenti e future, dovrebbe aiutare lo staff di missione a scegliere il miglior compromesso.

      Ma noi, ad intuito, quale punto sceglieremmo, guardando queste foto oggi?

      Elimina
  5. Se decidessi io sceglierei come sito di atterraggio la parte più piccola dei due nuclei, col lander sistemato in modo che la camera inquadri la superficie più ampia del nucleo più grande. Non so se mi sono spiegato bene.

    RispondiElimina
  6. Si, piuttosto bene Ivano.

    Quindi ad esempio se guardiamo la foto ripresa l'11 agosto, faresti scendere il lander nella zona mediana della cometa, cioè la parte con la circonferenza più piccola che collega i due nuclei apparenti, e con gli occhi che guardano verso destra?
    Quasi come a volersi sedere su un trono?

    Adesso mi sono soffermato un momento ad osservare la foto successiva, quella del 12 agosto ... la sto guardando capovolta.

    A parte la forma che mi fa pensare a due o tre oggetti: fungo col micelio, esplosione nucleare, dispositivo con uno di quei grandi interruttori-pulsanti rossi di emergenza-accensione ...

    ... ma che forma potrebbe assumere, raffreddandosi repentinamente, un gocciolone, un bicchiere di cera liquefatta dal calore, che impatta con una certa violenza un terreno sabbioso oppure un liquido più o meno denso, acqua od altro?!
    Non vi fa pensare a qualche cosa del genere?

    RispondiElimina
  7. Non sarà una manovra di arpionamento facile; per motivi intrinseci, ossia la sicurezza della sonda una volta che questa si avvicinerà al sole dove dovrebbero comparire diversi geyser sulla superficie cometaria che distaccano detriti, e per motivi di meccanica orbitale abbastanza imprecisa a queste distanze, direi che atterrerà in zona "piedi della paperella" che mi pare la più liscia e che permette forse più margine di errore.

    RispondiElimina
  8. Certamente non all'interno della parte centrale sia per le manovre più complicate sia sopratutto perchè al lander serve un punto ben soleggiato e senza ostacoli per le comunicazioni.
    Quindi una della due estremità.
    Poi anche delle letture degli spettrografi per individuare la composizione del terreno più interessante non guasterebbero per la scelta.

    Ramiro

    RispondiElimina
  9. Fate come volete, leggete prima questa mia premessa, oppure saltatela ed andate direttamente a vedere il link del movie, a fondo pagina.

    E prendetela come volete, con il beneficio del dubbio, con scetticismo, con curiosità; credeteci, non credeteci, rideteci sopra, arrabbiatevi, ma anche meditateci un po’ come ho fatto io, dopo i primi momenti in cui mi sono imbattuto, pseudo casualmente, in questa video rivelazione sulla cometa 67P (… ma le cometa sono fatte tutte così?) che l’ESA sta inseguendo.

    Chi l’ha realizzato e messo in YouTube, nel passato mi aveva fatto pensare ed anche scrivere qualche cosa come: ma che cretino! Che stupidaggini!

    Mi riferisco alle ridicole conclusioni a cui lui arrivava dopo una meticolosa, quasi frenetica analisi fatta con il suo occhio analitico di video e immagini della Luna, ripresi da vicino, da navicelle o sonde in orbita (Apollo, ecc.).
    Analizzava piccolissime aree delle riprese fotografiche, grandi pochi pixels e pretendeva di aver trovato l’evidenza di costruzioni e tracce aliene.

    Erano e sono soprattutto evidenti difetti ed artefatti introdotti nella digitalizzazione che però lui scambia per oggetti reali, descrivendoli come anomalie volutamente occultate al pubblico dalla NASA o dal governo.
    Su questo, le mie considerazioni restano immutate, ovviamente, non per avere preconcetti sull’argomento, sono sempre aperto alle novità, ma perché quella è proprio cervellotica spazzatura.

    Ora però su questa sua novità non posso esprimere un giudizio.
    Mi sono autocostretto a vederlo, leggerlo ed ascoltarlo fino in fondo, non mi è dispiaciuto di averlo fatto e mi sono messo in curiosa attesa per gli eventuali aggiornamenti che dovesse rilasciare.
    E se fosse tutto vero?

    Bene, se non l’avevate già visto, guardate questi sei minuti e mezzo del “film” che ci propone SecureTeam (è in inglese), impostando la qualità massima disponibile, 720p HD.

    Buon divertimento!

    RAW ROSETTA IMAGES OF ALIEN BUILDINGS ON COMET 67P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudio, avevo già visto il video.
      Molto interessante.. Aspetto con ansia che commentiate per leggere cosa ne pensate.
      Personalmente credo all'esistenza di "qualcosa" che si aggira nei nostri cieli, non si può più negare che qualcosa ci sia e che molte cose sono state insabbiate volutamente. Video: https://www.youtube.com/watch?v=zcFkijrzw_s&hd=1
      Ovviamente la gente stupida gioca e crea bufale attorno a questo tema, ed è difficile capire dove sta la verità.
      Resto in attesa dei commenti in riferimento.
      Buonissima giornata a tutti. :)

      Elimina
    2. Ho visto il video.
      Mi dispiace solo aver perso del tempo.
      Ma del resto, come ci hai informato tu Claudio, se questo finora ha sempre pubblicato fuffa all'ennesima potenza non poteva certo ora, per puro caso, fare una così grande scoperta.
      E poi, ogni tanto chiediamoci il senso delle cose.
      Cosa ci sta a fare un'astronave aliena appoggiata a una delle decine di miliardi di comete che infestano il sistema solare fino alla nube di Oort? Con i loro mega motori stellari mica gli serve un passaggio.

      Ramiro

      Elimina
    3. Ciao Claudio,
      ho visto e quei particolari potrebbero essere di tutto, se non fossimo su una cometa..io per esempio ci vedo un "Corvo", certamente lo stesso che in questo fotogramma apparirebbe in un'atmosfera gotica, sopranaturale e misteriosa sulla copertina del famoso poema di Edgar Allan Poe!!!
      Bloccate il filmato a 03:14, in alto sulla destra...è incredibile non trovate!!^_^

      Ora a parte gli scherzi Claudio, Laura (felice di leggerti^^), e Ramiro.. abbiamo una sonda che si avvicinerà tantissimo fino a 10 km dalla superficie(ottobre?) per poi sganciare il lander Philae una volta osservato molto accuratamente la superficie e deciso quale sito sarà più sicuro per la sopravvivenza degli strumenti di analisi e osservazione...
      Qualunque cosa ci sia li sopra, una volta tanto riusciremo a vederlo chiaramente..corvi, UFI^^ e quant'altro!!
      Non ho preconcetti che mi occludono la mente, anzi vorrei che gli alieni si palesassero se ci fossero, sarebbe un grande cambiamento in meglio per la nostra civiltà, ne sono convinto!(Borg permettendo^_^).

      By Simo

      Elimina
    4. Ciao Simo!
      Ho visto il corvo! :P Adoro Poe, fra l'altro.
      Non penso ci sia nulla di alieno sulla cometa. Come scrive Ramiro, che senso avrebbe? Penso però che non bisogna rifiutare tutto a priori... questo si.
      Buon pranzetto.

      Elimina
  10. Mi spiace molto vedere che la questione "stranezze" sia stata risolta con una "perdita di tempo".
    Per quanto si possa pensare -che assurdità!-, ritengo sempre e comunque che ci siano delle verità nascoste. Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pensare che ci siano delle verità nascoste non vuol dire accettare ogni evidente panzana passivamente.
      Esistono purtroppo alcuni fanatici che passano il tempo a spulciare qualsiasi foto astronomica alla caccia di sfumature di colore o forme sospette.
      20 anni fa fui invitato in casa da un sedicente collaboratore di Malanga, uno scrittore italiano di casi di rapimenti alieni, per visionare una foto scattata da un rover USA in cui, secondo loro, si vedeva un carrarmato nazista della 2^ guerra mondiale.
      effettivamente c'era una roccia con un profilo che ricordava vagamente un carrarmato (senza il cannone) ma purtroppo, come gli feci notare confrontando altre foto dell'area interessata, la roccia aveva le dimensioni reali di una scatola da scarpe, oltre ad avere l'aspetto e il colore di una roccia marziana.
      A parte questo nessuno di loro si era chiesto perchè degli alieni devono trasportare un coso del genere su Marte.
      Capisco il bisogno di qualcuno di credere in qualcosa di superiore, adesso che le religioni occidentali sono snobbate, ma non facciamo influenzare e soprattutto cerchiamo di usare la nostra intelligenza almeno per filtrare certe notizie.

      Ramiro

      Elimina
    2. Ciao Ramiro, piacere di conoscerti. :)
      Hai assolutamente ragione nel dire che non bisogna accettare ogni cosa passivamente. Fra l'altro la bravura nel modificare foto pubblicate dalla Nasa cresce di continuo. Il carrarmato, poi.... :O
      Ho recentemente visto la foto di un femore umano su Marte... ehm...
      Però è vero anche che ci sono tanti, tantissimi astronauti, operatori aerospaziali vari, figure graduate più o meno importanti dell'aeronautica di tutto il mondo che raccontano particolari accadimenti. Esistono documenti che ne descrivono i fatti. Non penso che gente assennata di questo tipo possa inventarsi tutto di sana pianta. O no?

      Elimina
    3. Certo, Laura. Il mio commento era limitato a sta mania di vedere femori, madonne e astronavi in ogni grano di polvere fotografato dalle sonde.
      Ho raccontato un aneddoto un pò per sdrammatizzare e un pò per far capire di che tipo di persone stiamo parlando.
      Gente del genere fa solo danno e scredita chi, più seriamente, si interessa all'ipotesi extraterrestre del fenomeno UFO.
      Scusa per il tono a riguardo della "perdita di tempo", ma era solo uno sfogo per la mia ennesima delusione di fronte a questi personaggi.

      un saluto

      Ramiro

      Elimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.