Cerca in News Spazio

mercoledì 2 luglio 2014

YOU SPACE#12, Luglio 2014, lo Space Sharing di News Spazio!

(Credit NASA)

NEWS SPAZIO :- Appuntamento del mese di Luglio per YOU SPACE, l'ambiente free and easy in cui chiunque può condividere e proporre argomenti di discussione, articoli, segnalare link e notizie, ecc. ecc., senza timore di andare off-topic. Naturalmente sempre riguardanti lo spazio e l'astronautica.

Ecco le "regole di ingaggio", giusto per "fare le cose per bene", con rispetto e civiltà.



REGOLE DI INGAGGIO
Per prima cosa potete condividere qualunque argomento, purché abbia qualche attinenza con lo spazio.

Per dare maggiore spessore e credibilità ai vostri interventi vi invito a citare e linkare le fonti originali. Mi piacerebbe che fossero nella forma di una breve descrizione seguita dal link di riferimento, ma non è obbligatorio.

E' fondamentale poi mantenere un atteggiamento educato, civile e rispettoso verso tutti.

Non si tratta di una corsa a chi posta prima un link, per cui vi inviterei ad aspettare un po', può essere benissimo che per la notizia che avete trovato io stia già preparando un post dedicato.

Così come può anche essere che alcuni argomenti già introdotti da voi in questa sezione possiate poi ritrovarli affrontati in un post su NewsSpazio (magari perché mi serve più tempo per scrivere un articolo).

E non si tratta nemmeno di una corsa a chi pubblica di più. All'inizio potrebbero essere sufficienti pochi link, in modo da stimolare una discussione su quei temi e non disperdere gli interventi.

Detto questo, Enjoy YOU SPACE!

7 commenti:

  1. Molto terrestre, poco spaziale, ma interessante comunque per tutti qui, chimici e geologi per primi.
    Questo fa pensare che ci può essere sempre qualche cosa di nuovo da capire e scoprire (e poi elaborare e ricercare) qui e su altri pianeti, anche dove o quando sembrerebbe tutto conosciuto ed assodato.

    Notizia trovata per caso in un sito che non conosco, (La voce della Russia) mentre ero in tutt'altro argomento affaccendato.
    Qualcuno di voi già lo conosce?

    La notizia è che una task force internazionale di ricercatori, che hanno visitato il vulcano Plosky Tolbachek, la cui attività eruttiva è terminata nel 2013, hanno trovato stalattiti e stalagmiti di minerali sconosciuti alla scienza.

    In precedenza gli scienziati non erano stati in grado di scendere nella grotta lavica appena un anno dopo il raffreddamento del vulcano.

    La spedizione è durata 2 settimane e si è conclusa il 29 giugno. Nelle ricerche hanno partecipato esperti di sismologia e vulcanologia provenienti da Ucraina, Bielorussia e Crimea. I ricercatori hanno in programma di proseguire lo studio del vulcano nel 2015.

    http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_04/In-Kamchatka-scoperti-minerali-sconosciuti-alla-scienza-8673/

    RispondiElimina
  2. Molto interessante Claudio, la geologia e la vulcanologia sono materie per me sempre interessanti, addirittura affascinanti quando sono extraterrestri!
    Molto stringato l'articolo che hai citato nel link...ho voluto approfondire e ho trovato questo bel video del vulvano Plosky Tolbachek in eruzione e delle
    suggestive foto dell'eruzione e sopratutto questo articolo con molte informazioni che riguardano la zona dei vulcani e la scoperta di nuovi minerali:
    Tolbachik – a mineralogist’s paradise

    Off topic, ma non troppo, vi propongo le foto di questa straordinaria miniera di "sali psichedelici" con strati di carnallite...io la visiterei ascoltando tra gli altri
    White Rabbit e
    - Interstellar Overdrive- mmm...e qualcosa di più recente..
    Wooden Shjips - Full Performance come sempre sto divagando...torniamo in argomento!!

    Il fatto che ci siano ancora nicchie geologiche ancora inesplorate qui sulla Terra mi rende entusiasta...come per esempio è entusiasmante la ricerca paleobiologica sempre Russa nel lago subglaciale Vostok, infatti recentemente sono stati analizzati i carotaggi effettuati sotto lo strato di ghiaccio spesso 3.700-4.200 metri.
    "Nuove", sconosciute forme di vita, "vecchie" milioni di anni aspettano di essere scoperte...,una ricerca affascinante anche per le analogie sulla possibilità di esplorazione degli oceani subglaciali di Europa una luna di Giove ed Encelado quella di Saturno sotto uno spessore relativamente poco profondo di strato di ghiacciato di 30-40Km, ed acor più irraggiungibile 250Km o più, di Caronte la luna di Plutone prossimamente (2015) visitati da New Horizons.

    ▂ ▃ ▄ ▅ ▆ ▇ █ By Simo █ ▇ ▆ ▅ ▄ ▃ ▂

    P.S.
    Claudio volevo ringraziarti per le belle parole di comprensione e di incoraggiamento che mi hai scritto Claudio Costerni05 giugno 2014 02:20.
    Dal mio punto di vista ti riconosco di aver contribuito moltissimo alla "potenziale"crescita del blog è per questo che sento vere e sentite le tue parole.
    Ho colto con piacere e sollievo, il tuo articolo che apre You Space, a volte soffro di ansia da prestazione^_^!!
    Mi sento responsabile nel mantenere in vita questo spazio che Sergio ha voluto sostenere dopo le nostre continue richieste... è per questo che ogni commento lasciato su You Space rappresenta la vitalità di questo spazio e ne giustifica l'esistenza..immagino che la stessa cosa sia per il Blog..credo che Sergio sia sostenuto dai nostri commenti nella a volte faticosa quotidianità di aggiornamento dei post!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorry,
      ho dimenticato di inserire il link della-
      miniera di "sali psichedelici" .

      By Simo

      Elimina
    2. Purtroppo eventuali errori degli iperlink li vedo dopo pubblicati, scusa ancora Claudio, il tuo commento lo ripubblico qua sotto con l'iperlink o almeno ci riprovo:
      Claudio Costerni05 giugno 2014 02:20
      Symo,

      forse se avessi più tempo a cui dedicarmi senza percepire il frequente déjà vu dell'essere in ritardo su un impegno, o di arrivare all'ultimo minuto, o di non fare quello che avevo programmato di fare, allora forse avresti visto e letto anche un mio contributo e quindi il “centounesimo” commento posted "by me”.
      Magari se ti chiamassi Laura anziché Simo, chissà, forse miracolosamente io avrei raschiato altri minuti al riposo senza subir danno … ツ
      e non solo io.

      Comunque, davvero, credimi che avevo realizzato la tua demo-ralizzazione, ma mettila da parte se c’è ancora, non allevarla inutilmente, guarda più lontano per vedere meglio da vicino.
      Magari anche la crono-statistica, così perderà la linea rossa!

      By Simo


      Elimina
    3. Sono davvero straordinarie le pareti di quella miniera, mai visto niente del genere!
      Tornerò ad esplorare tutto il resto più avanti.

      Grazie di tutto Symo.
      Per quanto ti riguarda, mi sembra normale, non ti preoccupare.

      … hem, hem … posso capire la tua ansia da prestazione di fronte ad un bel vulvano.

      Però, esattamente, doveee … Ndò stà?
      Vulv ano.

      Coordinate indeterminate?
      Est, ovest, sud, nord del punto G?

      Nuovo target da esplorare in nome della scienza! ;-)
      Se lo trovi, fammelo sapere.

      Elimina
  3. Risponderò ad un commento pubblicato nello scorso You Space...
    Vista la brevità lo ripubblico:



    Anonimo09 giugno 2014 16:08
    Ecco il link di una delle proposte avanzate alla NASA per le future missioni: in sintesi, droni su Titano con stazioni per la ricarica di energia:
    http://www.nasa.gov/content/titan-aerial-daughtercraft/

    Io quoto!

    Ciao Simo! ;)

    Giorgio
    -------------------------------------------------------



    Ciao Gio,
    WoW!!
    Titano...è molto affascinante, si sa poco e si è sopratutto visto poco!!
    Hai ragione Giorgio, missioni come quella descritta con sonde atmosferiche sono a mio avviso alla nostra portata e ha un grande potenziale di sperimentazione e dimostrazione tecnologica...Marte potrebbe usufruire di queste tecnologie di ricerca in atmosfera...e viceversa.
    Titano ha un suo fascino intrinseco, un mondo con una sua mutabile variabilità superficiale stagionale!!
    La vita potrebbe essere la concausa di quel metano come lo è l'ossigeno dei vegetali sulla terra...o come lo è l'acqua sulla terra, la base elementare per lo sviluppo biologico della vita.. parte di quel quel metano potrebbe quindi rivelare forme di vita ...potenzialmente complesse..WoW
    Interessante..
    Meno fattibile in tempi relativamente brevi, ma ugualmente affascinante sarebbe la ricerca sulle lune che si sa, hanno un oceano liquido sotto la crosta ghiacciata, Europa grazie alle informazioni che ci vengono dalle osservazioni delle fosse oceaniche terrestri, potrebbe ospitare vita non solo microbica unicellulare ma organismi complessi con un loro unico metabolismo, è molto difficile prevedere i risultati di questa ipotetica ricerca sottomarina , ma come ci spiega il Dr.Kevin Hand, Deputy Chief Scientist for Solar System Exploration at NASA's Jet Propulsion Laboratory...in questa (più sotto il link) affascinante esposizione di possibilità di ricerca...è possibile di primi contatti con forme di vita extraterrestri!!
    Fondere 10 - 30 km di ghiaccio mi sembra molto difficile oggi..ma non impossibile!
    Marte, con un po di fortuna, sotto pochi metri dal sottosuolo potrebbe rivelare la vita.
    E' il più facile degli obiettivi, anche Titano sondato con dirigibile in atmosfera che riceve i dati dalle sonde robotiche lanciate sotto i laghi di metano o sulla superficie..
    Europa...significherebbe fondere 3-30 km di ghiaccio mantenendo il contatto con la superficie che a sua volta dovrebbe trasmettere ad un orbiter in contatto con la Terra.. difficilissimo ma non impossibile^_^, nel video recentemente pubblicato, si vede anche l'animazione di come tutto questo dovrebbe avvenire.Eccolo:

    Exploring Europa - Ocean Worlds of the Outer Solar System

    Interessantissimo questo lavoro universitario pieno di dati tecnici che riguardano il Nuclear-Driven Thermal Ice Drilling, perforatore termico nucleare per fondere il ghiaccio!
    Viene citato anche il lago Vostok perforato alla mostruosa ^^velocità quasi di 1 m/h !^^!

    Nucleare-Driven termica Drilling Ice



    By Simo

    RispondiElimina
  4. lunar pits could helter astronauts reveal details of how man in the moon formed

    Ergo, quella individuata dai giapponesi era solo la punta dell'iceberg, la luna sarebbe dunque ricca di cavità o caverne che dir si voglia.
    Ma cosa si aspetta, dico io, a programmare una esplorazione degna di questo nome, umana o robotica non importa, l'importante è darsi una mossa, abbiamo qualche centinaio di siti candidati a dare una soluzione al famoso problema della protezione da radiazioni solari e Co. e restiamo a guardare? Relativamente alla luna sono dell'avviso che muoversi a piccoli passi come avviene per destinazioni più lontane, a partire da Marte stesso, non abbia più molto senso.
    Una razza con un pò di logica in testa e desiderio di lasciare un futuro ai propri figli non perderebbe più altro tempo in chiacchiere, anche se sono convinto che 50 anni fa se avessero saputo della presenza di acqua e caverne non si sarebbero posti il problema di decidere tipico di questa generazione, non avrebbero proprio pensato due volte a programmare le missioni Apollo anche per dare una occhiata da vicino.

    Questa almeno è la mia opinione, sbrigativa e semplicistica magari, ma in questi giorni di calura non riesco a fare di meglio!

    Massimo

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.