Cerca in News Spazio

mercoledì 12 dicembre 2012

X37-B, lanciato OTV-3, la terza missione del nuovo spazioplano militare robotico Americano, il video

(Immagine, Credit ULA)

NEWS SPAZIO :- Dopo qualche ritardo è partita ieri pomeriggio alle 19:03 ora Italiana la terza missione dello X-37B, il nuovo spazioplano robotico dell'Air Force Usa (AFRCO, Air Force Rapid Capabilities Office).

OTV-3 (Orbital Test Vechile 3), dalla forma che ricorda un piccolo Space Shuttle, è stato lanciato a bordo di un razzo vettore Atlas V dalla Cape Canaveral Air Force Station.



Si tratta della terza missione dello spazioplano X-37B, la prima lanciata il 22 Aprile 2010 e la seconda il 5 Marzo 2011.
Come queste, anche la missione di OTV-3 è classificata, non sono stati dati cioè dettagli su obiettivi e strumenti a bordo.

Ad ogni modo si tratta di una tecnologia estremamente interessante anche per gli studi che la Boeing sta facendo per una possibile derivazione da questa navetta per un veicolo spaziale orbitale per il trasporto di astronauti. Ne avevamo parlato qui .

Ecco il video del lancio



Fonte dati, ULA.

19 commenti:

  1. Già, e incredibilmente è stato lanciato 1 gg prima del missile nordcoreano. Volendo essere insulsamente e inutilmente pignolo, trattasi non del terzo esemplare di X37B, ma del terzo lancio ; difatti questo veicolo è stato utilizzato già 1 volta, di X37B ce ne sono 2 riutilizzabili http://www.nasaspaceflight.com/2012/12/ula-atlas-v-launch-x-37b-otv-3-mission/.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Sì, è la 3° missione, gli X-37B sono due. Piccolo refuso, grazie per la segnalazione.

      Elimina
  2. E' veramente interessante come i molti "non si puo', non abbiamo la tecnologia,non abbiamo i soldi" spesso citati per i progetti civili,
    diventino un "si puo' fare benissimo" in ambienti segreti e militari.

    Daniele.

    RispondiElimina
  3. E' un dato di fatto che la ricerca in campo militare abbia portato poi ricadute in campo tecnologico (e non mi riferisco certamente ad armamenti è ovvio!!) civile di notevole importanza.. è un retaggio della nostra civiltà, lo è stato in passato e sarà sempre così, temo, anche in futuro..

    RispondiElimina
  4. E' proprio vero, il settore militare è avanti di un decennio almeno, io nel settore trasmissioni sat utilizzo dei finali di potenza TWTA (valvolare) da 450W RF. derivato dai finali di potenza radar installato su vecchi aerei.
    Da ormai quindici anni loro adoperano lo stato solido (transistors),
    ora anche per noi professionisti stanno entrando in commercio i primi modelli con potenze inferiori, ma sono sicuro che da qui a qualche tempo.........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, io non credooo.. sii??
      Io sapevo che l'elettronica civile a livello componentistica ha sorpassato quella militare come tecnologia; però quella militare prevede normative "mil" perciò tutto é schermato, tutto é costoso... però nel campo avionica ad alte prestazioni, sicuramente i militari americani hanno delle tecnologie segrete

      Elimina
    2. Tranquillo Livio, normalmente i militi chiedono e fanno sviluppare tecnologie chiedendo prestazioni sempre più spinte, poi quando queste sono disponibili declassano le vecchie, ovvio che poi il declassato arriva a casa nostra sotto forma di chissà cosa, pensa che ho acquistato un altro componente dagli USA e ho dovuto specificare l'uso che ne dovevo fare, e in quale paese l'avrei utilizzato.
      Su certe tecnologie non si scherza.

      Elimina
  5. No, non credo sia possibile, le tecnologie militari (quelle top secret) sono avanti minimo un decennio rispetto a quelle civili.
    Questo perche' un industria privata che decide di realizzare un certo obiettivo stanzia dei fondi "limitati" e spesso se il progetto si rivela ahime' un fiasco, vi e' il rischio concreto perfino di fallimento per tale industria.
    Invece gli ambienti militari (nei cosidetti black project) i fondi sono pressoche' illimitati e sempre al di fuori dei bilanci pubblici (Black projet e fondi "neri")e nel caso il progetto si rivelasse poco promettente o troppo ambizioso puo' essere tranquillamente messo in "naftalina" e ripreso anni dopo quando il livello tecnologico possa facilitare il buon esito.
    Difficilmente (quasi mai) l'industria privata dispone di tali fondi e di tanta lungimiranza visto che il fine utile e il profitto a breve-medio termine.
    Detto cio' il mio precedente post era' un
    "velata spuntatura" anche se non del tutto
    "inesatta"

    Daniele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa l'ignoranza ma cosa si intende per
      "velata spuntatura"???
      By Simo

      Elimina
    2. Hai presente quando qualcuno ti fa un commento un po' cattivo ?
      Si dice che qualcuno ti ha sato una
      "frecciata" ossia un piccolo commento malizioso e "cattivo".
      Una spuntatura e un commento ironico meno cattivo di una frecciata da qui il termine spuntatura ossia una "frecciata"ma spuntata (meno tagliente e ironica").
      Che gioca di piu' sull' ironia e la comicita', o giochi di parole, rispetto rispetto alla cattiveria.

      Daniele

      Elimina
    3. Grazie per l'esauriente spiegazione Daniele!!!
      ^_^By Simo^-^

      Elimina
    4. Di nulla figurati.
      Ciao

      Elimina
  6. Sono 40.000 anni che l'Essere Bipede,Bisessuale ESTREMAMENTE agressivo,detto UOMO, ha basato la sua espansione culturale-geopolitica proprio sulle Armi.Sull'aggressione e l'espansione.

    Mi chiedo come sia possibile che molti sperino che SOLO il campo civile generi innovazione.

    La risposta è ovvia: il campo militare E' una oligarchia e dittatura e da i suoi frutti : monomaniacalità nei progetti,nessun bisogno del consenso del tubo,dedizione e sforzi comuni.

    punto.

    Ave animelle pie

    RispondiElimina
  7. Resta sempre da vedere che fine riserval'evoluzione ad una societa' improntata sull'aggressione e la forza militare.
    Non sempre essere Rambo vuol dire vittoria assicurata almeno non in scala evoluzionaristica.
    Il pacifico topolino sopravvisse giungendo fino a noi, mentre il "Rambo" T-Rex mangio' con le sue forti mascelle per l'ultima volta 65 milioni di anni fa'.
    Gia' adesso l'ipotesi di guerra su vasta scala e pressoche' quasi utopistica dal momento che si avrebbe un escalation fino all'uro delle armi nucleari.
    Visto i progressi a passo da gigante della tecnologia, pensiamo a che arsenale disporremmo tra 100 anni e che conseguenze avrebbe utilizzarlo.
    Va da se che la tecnologia non e' ne buona ne cattiva, ma e' l'uso che se ne fa'a determinarlo.
    Finora solo Hollywood ha reso la guerra una cosa mitica dove il "buono" sconfigge tutti i cattivi a suon di pallottole, poi si fa la bella di turno, e infine sparisce col tramonto alle sue spalle, ma mi sembra che sono in pochi ad averlo capito....finche'....

    Daniele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace molto l'approccio Militaresco al progredire tecnologico, di questo credo parlasse Astorre, non ci sono fronzoli ne orpelli ne tante chiacchiere, quando si collauda una tecnologia non vanno troppo per il sottile, e soprattutto non lo fanno sapere in giro.
      Per il resto nessuno vuole una guerra, sicuramente nemmeno i militari di oggi, ricorda che la guerra fredda ha tenuto in pace l'occidente soltanto con il deterrente atomico per almeno cinquanta anni.
      Al contrario oggi, stiamo combattendo una guerra economica questa si mondiale con tanto di vittime e non ce ne rendiamo conto..... Vorrai ammettere però che il finale con pallottole bella di turno ecc... non è male. Un'americanata.
      :-)

      Elimina
    2. Claudio Costerni16 dicembre 2012 20:09

      L'approccio militaresco può anche andare bene ma, non andando troppo per il sottile, si rischia di utilizzare cavie umane, che volutamente non vengono informate sui rischi che corrono e che non possono quindi definirsi volontari per fini alti e nobili.

      Va bene la dedizione, ma non mi piace il sacrificio senza chiederne il consenso.

      Elimina
    3. Sono d'accordo.
      Come spesso mi ritrovo a dire, ci vuole buonsenso!
      Una certa dose di rischio ponderata va pure bene ma poi si diventa appunto "cavie umane".

      Elimina
  8. Ammetto che in giro c'e molta gente che a forza di vedere Rambo e Bear Gryll ha definitivamente perso il contatto con la realta', io in ogni blog leggo di gente che vive tra i boschi, va a caccia con balestre,si nutre di scoiattoli e pappafichi,la notte si rifugia in una grotta e per animale domestico tiene un coguaro !
    Scherzi a parte scusate la mia insofferenza ma non ne posso piu' (ahahahahaha).

    Un saluto a chi Adora il profumo del napalm la mattina presto e.....
    ....Charlie non fa il surf !!!

    Restate in campana

    Daniele

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.