Cerca in News Spazio

lunedì 19 novembre 2012

Soyuz TMA-05M atterrata in Kazakistan, Expedition 33 a casa, video by NASA!

(Immagine, credit NASA/Bill Ingalls)

NEWS SPAZIO :- La bellissima immagine che vedete qui in alto è relativa al ritorno a casa della capsula Russa Soyuz TMA-05M con a bordo tre membri di Expedition 33 al termine del loro periodo di servizio sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Il comandante Suni Williams ed i Flight Engineer Yuri Malenchenko ed Aki Hoshide sono atterrati nelle steppe del Kazakistan, a nordest della città di Arkalyk, alle ore 7:56 am di questa mattina ora locale (02:56 di questa notte qui in Italia).



Il trio ha trascorso 127 giorni nello spazio, a partire dal loro lancio avvenuto questa estate, il 15 Luglio.

Restano sulla Stazione il comandante Kevin Ford, Evgeny Tarelkin ed Oleg Novitskiy, in servizio come Expedition 34.

Qui sotto il video dei saluti, del passaggio di consegne e della chiusura dei portelloni tra Soyuz e modulo Rassvet avvenuto alle ore 20:15



Soyuz TMA-05M ha lasciato la ISS alle ore 23:26



il touchdown



Ecco i tre appena atterrati, sotto le cure dalle squadre di recupero e soccorso



Gli altri 3 componenti di Expedition 34, Tom Marshburn (NASA), Chris Hadfield (Canadian Space Agency) e Roman Romanenko (Russian Federal Space Agency) partiranno da Baikonur il prossimo 19 Dicembre.

6 commenti:

  1. Bellissima foto in stile "incontri ravvicinati".

    Giorgio

    RispondiElimina
  2. Cos'è quell'enorme salsiccia luminosa vicina alla soyuz?
    L'astronauta russo mi sembra il più distrutto, deve essere un'esperienza dura il rientro in quella capsula.

    RispondiElimina
  3. Claudio Costerni20 novembre 2012 05:04

    Se ti riferisci all'immagine fissa e non all'ultimo video, quella salsiccia luminosa è quasi certamente una scia luminosa creatasi, durante il tempo di esposizione non brevissimo della foto, da un faretto delle truppe cammellate della TV, in rapido spostamento con un faretto o dal faretto frontale di un fotografo.
    La foto è ripresa da un elicottero in volo stazionario sopra l'area di atterraggio.

    Altrimenti è un UFO, nel senso quasi letterale del termine.

    RispondiElimina
  4. Claudio, permettimi, ma un tempo di esposizione non breve da un elicottero avrebbe certamente provocato una foto molto mossa. (che per quanto in volo stazionario si muove e vibra)
    La salsiccia luminosa è appunto una salsiccia luminosa, ovvero un lampione per illuminare l'area, si notava dalle ombre proiettate a raggiera dalle varie persone che circondano la fonte luminosa. Se però hai necessita di ulteriori conferme, puoi vedere queste foto:

    http://www.odt.co.nz/news/world/235522/astronauts-return-earth-after-4-month-stint-space

    http://www.giornalettismo.com/wp-content/uploads/2012/11/156671060_10-770x527.jpg

    RispondiElimina
  5. Claudio Costerni20 novembre 2012 13:18

    Si, avevo pensato anche ad un faretto fisso e quindi al suo raggio di luce, ma la forma risultante non mi sembra appropriata perché ha la forma di una strisciata con margini paralleli e non conica.
    Ci sono sistemi di stabilizzazione delle fotocamere alla portata di tutti che permettono di fare esposizioni lunghe, non mi stupirei che su un elicottero abbia qualcosa di più efficente con uno stabilizzatore giroscopico, anzi sarebbe una dotazione normale per queste operazioni, simil militari.
    Per non breve intendo da pochi decimi di secondo ad un secondo o più, tempi di esposizione che sono compatibili con l'immagine ottenuta, usando sensibilità ISO da 800 a 3200 ed oltre. Se non hanno usato un proiettore di forma lunga e stretta come un neon il risultato può essere causato dallo spostamento della luce, nulla di strano, e del tutto possibile.
    Dopo guarderò i 2 links, grazie Stefano.

    RispondiElimina
  6. Claudio Costerni20 novembre 2012 14:27

    Stefano,

    ho appena visto le 2 immagini da terra e quell'illuminatore verticale, ora è quasi tutto chiaro ed illuminante!

    Ma ora vorrei sapere che tecnologia usa per produrre quella luce calda e come è realizzata la struttura che la diffonde a 360°. Lì non ne ho trovato cenno.
    Non mi aspetto necessariamente alcunchè di esotico o futuristico.

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.