Cerca in News Spazio

martedì 16 ottobre 2012

Impronte aliene in due mondi alieni, Passato e futuro!

(Immagini, credit NASA via lightsinthedark.com)

NEWS SPAZIO :- Vi propongo queste due fotografie, una conosciutissima, storica, il simbolo dell'esplorazione spaziale umana.
L'altra è forse meno nota - vediamo quindi di farla conoscere - ma altrettano storica ed importante. Più attuale certamente, ed in ciò forse più vicino a noi, sebbene siano entrambe un capolavoro.

Le ho viste quasi per caso l'una accanto all'altra e mi è sembrato il caso di presentarle insieme.
Potrebbe trattarsi di un simbolico legame tra passato e futuro?

Vediamo un po', sapete dirmi di cosa si tratta?



Per non togliere il piacere della scoperta non scriverò subito la soluzione. La aggiungerò domani qui sotto e completerò il post con tutti i riferimenti. Per il momento a voi la parola!

AGGIORNAMENTO
Eccomi a completare il post. Dai, era facile e come previsto avete indovinato, bravi, complimenti!
La porzione di immagine a destra non ha bisogno di spiegazioni, Buzz Aldrin in quell'estate del 1969 sulla Luna


A sinistra invece si tratta proprio di un'impronta di una ruota di Curiosity lasciata su di una piccola duna nel cratere Gale di Marte. Eccola, ripresa dalla Front Hazcam Left A scattata durante il Sol 57

(Immagine, credit NASA/JPL-Caltech)

A quando un'impronta umana?

20 commenti:

  1. é l'impronta di Curiosity

    RispondiElimina
  2. A proposito di mondi alieni guardate che meraviglia..
    http://www.ansa.it/web/notizie/specializzati/scienza/2012/10/16/Scoperto-pianeta-quattro-soli_7641113.html
    ..a te Sergio non ho voluto chiedere altro, altrimenti eheheheh poi ti rimango antipatico!! ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudio Costerni17 ottobre 2012 00:53

      Scusami se mi intrommetto Ale, ho appena guardato la pagina e le due foto artistiche.
      È molto stimolante!

      Qui ci potremmo arrivare con una semplice astronave in appena 1 anno.
      Se riuscissimo ad accelerare rapidamente fino a raggiungere e mantenere costante una velocità 5000 volte quella della luce, saremmo li, di persona a vedere il pianetone ed i 2+2 soli.

      Dovremmo farcela no? Niente di impossibile!

      2 o 3 giorni fa sull'Astronomy Picture of the Day avevano messo una foto del più profondo, più lontano universo, mai visto così bene (nel campo della luce visibile) ripreso dallo Hubble.
      Centinaia di Galassie, ovviamente come erano e non come sono, 13 bilioni o miliardi di anni fa.
      Ora sta nel loro archivio, qui:
      http://apod.nasa.gov/apod/ap121014.html

      Ogni volta che vedo questi spazi smisurati, ogni volta resto per qualche momento con il pensiero sospeso in attesa di capire ciò che probabilmente nessuno mai capirà con il "peso" del corpo fisico: infinito... e poi, oltre cosa c'è o non c'è?

      Elimina
    2. Capitano Costerni,
      a fattore di curvatura
      9,6 raggiungeremmo la stella in 3 anni 11 mesi e otto giorni.
      Tuttavia e' molto improbabile che i motori reggano tale curvatura per un periodo cosi prolungato.
      Se posso suggerire un' alternativa, consiglierei di contattare la Dottoressa Gelmini,e verificare lo stato attuale delle sue teorie sui tunnel di neutrini.

      Data.

      Elimina
    3. Grazie Data, ero sicuro di poter contare su di lei...

      Elimina
    4. Ottime interpretazioni vi segnalerò a JJ Abrams ehhehe!!^_^

      By Simo

      Elimina
    5. Leonard Nimoy / William Shatner - alcuni momenti toccanti e divertenti!

      http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=RV6UuX5HL98#!

      By Simo

      Elimina
  3. Ah.. l'impronta sembrerebbe di Curiosity ma.. un dubbietto mi rimane..

    RispondiElimina
  4. Altra curiosita'...
    sul battistrada di curiosity sono impresse
    le lettere jpl in codice morse.

    Daniele

    RispondiElimina
  5. La foto del Curiosity delle impronte dopo l'atterraggio..?

    Non vedo molte soluzioni qui:)

    RispondiElimina
  6. Curiosity e Apollo a confronto,43 anni di differenza!!!

    RispondiElimina
  7. Claudio Costerni17 ottobre 2012 00:08

    Sergio, gran bella idea di fare questa accoppiata!

    Anch'io quando avevo visto, il 4 ottobre, questa bellissima ripresa ravvicinata fatta da una fotocamera di navigazione del rover, avevo pensato come assomigliasse all'impronta umana di un moon boot, di uno scarpone, anzi per qualche istante, vedendola prima come preview a più bassa risoluzione, mi ero chiesto se l'impronta fosse davvero di una ruota.

    Scattata dal Curiosity il 3 ottobre.

    Curiosity_Amstrong
    Marte chiama Luna?
    ...a ritroso nel tempo?!?!

    No, ma avanti così!

    RispondiElimina
  8. Il battistrada è quello di Curiosity, che ha distrutto una bella piccola duna di polvere.

    RispondiElimina
  9. E se fosse l'impronta del primo rover su Marte? Primo uomo, primo rover... :P
    Non è così, cmq, il disegno del battistrada del primo rover "Sojourner" lanciato nel '96 non aveva questo disegno.
    E' Curiosity.

    RispondiElimina
  10. Claudio Costerni17 ottobre 2012 13:39

    AA! Un momento Sergio.

    Di chi è quell'impronta in realtà? Di Aldrin o di Amstrong?
    La foto è ripresa da Aldrin che scende per secondo, ma l'impronta è di Amstrong che è sceso per primo. No?

    RispondiElimina
  11. Vediamo se siete un pelo più bravi.
    Ditemi cos'é questa impronta di piede e su quale pianeta/luna/asteroide/missione (ho modificato l'origine del file, altrimenti era troppo facile!!!
    http://imageshack.us/photo/my-images/11/bigfootq.jpg/

    RispondiElimina
  12. Easy...:-))))))))))))))))))))))))))))))))))))

    http://phoenix.lpl.arizona.edu/images.php?gID=1114&cID=27

    La troviamo tra le foto:
    SURFACE STEREO IMAGER RIGHT

    By Simo



    RispondiElimina
  13. Ehhh ma così... avevo anche inserito la domanda in piena notte sperando che almeno arrivasse al mattino, irrisolta :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci avevo pensato sorry^_^
      La prossima quest che proponi me la prenderò con !PIU'! calma ehehhe!!!

      By Simo

      Elimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.