Cerca in News Spazio

martedì 21 agosto 2012

Cosa succede nelle profondità di Marte? Ce lo dirà la nuova missione InSight, by NASA!

(Immagine, credit NASA-JPL)

NEWS SPAZIO :- Qualche mese fa (Febbraio 2012) avevamo introdotto una delle tre proposte di missione spaziale finaliste all'interno del programma NASA  Discovery.

Si trattava della missione InSight (Interior Exploration using Seismic Investigations, Geodesy and Heat Transport), una collaborazione internazionale guidata dal NASA JPL (Jet Propulsion Laboratory) di Pasadena il cui obiettivo è l'esplorazione delle profondità di Marte. Ecco l'articolo


Ebbene la NASA ha scelto proprio la missione InSight, la quale verrà lanciata nel 2016 verso il Pianeta Rosso.



InSight posizionerà alcuni strumenti scientifici sulla superficie di Marte e studierà il nucleo del Pianeta. Obiettivo è comprendere perché questo si sia evoluto così differentemente dalla Terra. Il nucleo di Marte è solido o liquido? Perché la crosta non è divisa in placche tettoniche che scivolano come nel nostro Pianeta?

Acquisire una dettagliata conoscenza dell'interno di Marte ci consentirà anche di comparare tali dati con quelli della nostra Terra e comprendere quindi meglio come possano essersi i formati e sviluppati pianeti Terrestri.

L'Amministratore Capo della NASA Charles Bolden ha dichiarato: "L'esplorazione di Marte è una priorità assoluta per la NASA e la selezione di InSight ci assicura che continueremo a svelare i misteri del Pianeta Rosso e gettare le basi per una futura missione umana. Il recente successo nell'atterraggio del rover Curiosity ha galvanizzato l'interesse pubblico nell'esplorazione spaziale e l'annuncio di oggi precisa che ci sarano molte altre emozionanti missioni su Marte".

W. Bruce Banerdt del NASA JPL guiderà il team di scienziati, Americani ed Internazionali. Partecipano oltre che a Università, anche industrie ed agenzie governative, tra cui l'Agenzia Spaziale Francese CNES e quella Tedesca DLR.

InSight arriverà su Marte nel Settembre 2016 e la sua missione primaria durerà 2 anni Terrestri. La tecnologia per questa nuova missione è la stessa della grande missione di Phoenix Mars Lander del 2007 (stessi aeroshell, cruise stage, lander).
Quindi, un profilo di missione consolidato, affidabile, low-risk e con un contenimento dei costi come indicato dal Discovery Program. Il costo della missione sarà infatti di 425 milioni di dollari USA, escluso il veicolo di lancio ed i servizi correlati.

Insight porterà con sé quattro strumenti scientifici. JPL fornirà uno strumento geodedico per determinare l'asse di rotazione del Pianeta, un braccio robotico e 2 fotocamere. Questi ultimi verranno utilizzati per posizionare e vedere/monitorare gli strumenti scientifici sulla superficie.
CNES guida un consorzio internazionale che sta costruendo uno strumento per misurare onde sismiche che viaggiano attraverso l'interno del pianeta.
DLR infine sta realizando una sonda termica per penetrare nel sottosuolo di Marte fino a 5 mmetri e misurare il flusso di calore all'interno.

Ecco un video dimostrativo



Enjoy!

45 commenti:

  1. Ottimo post informativo Sergio, ricco di informazioni e scritto come al solito benissimo....ma non hai scritto la tua opinione sulla missione....

    Ecco la mia...
    InSight, una missione che mi sorprende.. non me l'aspettavo un'altra missione su Marte in tempi brevi, mi sarei aspettato un investimento massiccio a lungo termine per Marte e delle missioni più economiche come questa che usa la tecnologia già testata con successo del lander Phoenix, cambiando in pratica solo gli strumenti specifici di ricerca, per destinazioni più”esotiche” Europa, Titano, Io, Tritone ecc..
    Non sono d'accordo su questa missione, ma sopratutto ritengo il ritorno scientifico di molta importanza se su Marte decidessimo di non andarci più, ed in questo caso investirei maggiormente per una base Lunare, diversamente se il progetto di portare l'uomo su Marte vive, come tutto fa pensare, sapere se ci sono terremoti, se il nucleo è ancora caldo e quanto lontano è il calore dalla crosta, indagare l'evoluzione del pianeta e studiare cosi i processi evolutivi di tutte le superfici rocciose planetarie all'interno del sistema solare è del TUTTO irrilevante per una qualsiasi ragione a favore o sfavore che giustificasse un ammartaggio umano su Marte o per un cambio di rotta...
    La geodetica è il tipico campo di ricerca che va fatto con l'orbiter o di persona sul posto, se scopriamo tutto quello che c'è da sapere su Marte a furia di mandare Suv e lender discount, va a finire che mancheranno i motivi scientifici per rischiare una missione umana su Marte, quantomeno non sarà più il primo obbiettivo...
    Voi che ne pensate??

    By Simo

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con te Simo, strana la scelta, il sottosuolo e'importante ma tettonica e terremoti su Marte mi sembrano tra le ultime priorita'..!!
    Era piu'auspicabile una missione di prelievo campioni da riportare sulla Terra, o una indirizzata alle famose ipotizzate "sorgenti"stagionali di materia liquida. A tale proposito alla NASA si parlava di un Rover che dovrebbe calare tramite cavo un mini Rover in prossimita'delle suddette. Anche per Europa c'era un interessante progetto pre-sommergibile, ossia un orbiter e un lander per analizzare in dettaglio morfologia e composizione della superficie ghiacciata, comprese le enigmatiche macchie rossastre.
    Dopo Curiosity mi aspettavo una ulteriore svolta, con attenzione anche ai sistemi planetari esterni, con i segreti che ancora celano le loro lune.
    Giorgio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giorgio, con Curiosity, viene meno l'importanza scientifica del fare arrivare campioni del suolo marziano sulla Terra, a meno che questi non siano "abitati"^_^!
      Curiosity può rilevare tutto ciò che compone una roccia, i suoi componenti minerali e la chimica organica!

      By Simo

      Elimina
    2. Vero Simo, in effetti il lab di Curiosity se la cava benissimo, forse un laboratorio sulla Terra sarebbe ancora meglio, piu'che altro sotto l'aspetto "sospetti microfossili tipo alh84001", ma per trovare rocce interessanti ci vorrebbe anche molta fortuna. Meglio l'esplorazione umana!

      Elimina
  3. Aggiungo che in effetti continuare a spendere soldi per missioni che poco hanno a che fare con l'obiettivo "sbarco umano"non ha molto senso, pero' bisognerebbe sapere che cosa stanno architettando alla nasa specie sotto l'aspetto del programma, visto che comunque questa e'una sonda "discount".
    Giorgio

    RispondiElimina
  4. Francamente, troverò molto più interessanti le prime immagini ravvicinate di Cerere scattate dalla sonda Dawn piuttosto che l'ennesima e ripetitiva missione verso Marte. Ma potrei dire la stessa cosa per ogni possibile missione volta allo studio dei geyser/crio-vulcani di Encelado e Tritone così come allo studio dell'oceano sotterraneo che contraddistingue un po' tutti i satelliti Medicei e Titano. Comunque sia, quando New Horizion ci invierà le prime immagini del sistema Plutoniano stapperò una bottiglia di spumante, altro che i soliti canali, crateri e sassolini del pianeta rosso. Non che abbia qualcosa contro questo corpo celeste, ma forse sarebbe il caso di metterlo un pochino da parte in favore di obiettivi del tutto nuovi e ancor più sorprendenti.

    RispondiElimina
  5. Da uomo non di scienza ma semplicemente curioso quoto totalmente Simo e Giorgio. Mandare tutto su Marte e niente su Titano Europa Io ecc. Secondo me è quasi perder tempo. Comunque è solo la mia opinione.

    RispondiElimina
  6. Nooooo!! Basta, vi prego!L'ennesima sonda su Marte nooo!
    E' uno spreco di soldi, vabbè che tanto sono i loro, ma spreco è!
    Erano state proposte altre due missioni:
    su una cometa e su Titano, la luna di Saturno e loro cosa ti vanno pescare??
    L'ennesima sonda su Marte.....oramai è veramente affollato qual pianeta....

    RispondiElimina
  7. Non potevano semplicemente usare il rover che c'è ora? Bastava adattarlo e aggiungere il sondino

    RispondiElimina
  8. La sua importanza questa missione ce l'ha.. non serve tanto a capire se su Marte ci sono o no terremoti, ma sopratutto perchè Marte è privo quasi del tutto di campo magnetico.. lo studio della sua struttura interna è per questo molto importante.. senza campo magnetico il sole ti frigge sulla superficie se emette un brillamento e ti mangia tutta l'atmosfera col vento solare.. del resto una volta capito il perché è vero che è piuttosto difficile poterlo "riaccendere" ma se vogliamo andarci.. ed è chiaro che gli americani vogliono farlo.. dobbiamo sapere il più possibile sul caro pianeta rosso per evitare che i primi che ci arriveranno facciano qualche passo e poi ci rimangano stecchiti!! Per quanto riguarda missioni sulle lune dei giganti gassosi, le più promettenti sarebbero Europa ed Encelado, perchè vi è la prova certa che li c'è acqua e tanta per giunta!! Però credo che al momento sia piuttosto difficile una missione in tempi brevi.. per Europa bisogna inventare un rover che possa trivellare la spessa coltre di ghiaccio che ricopre la luna, non ci possiamo certo far strada con una bomba a fusione.. e poi una volta fatto il "forellino" ci vuole un'altra sonda che possa nuotare in mezzo a quell oceano buio(?) che c'è la sotto.. un sommergibilino nucleare potrebbe andare!! La vedo una cosa un tantino prematura.. stessa cosa per Encelado.. Che poi Marte vada di moda è ormai un dato di fatto (e magari qualcuno ci mangia anche qualcosina eh chissà!!..ma sono fatti loro comunque!!)e alla Nasa abbiano la deprecabile idea di riciclare basta vedere il nuovo vettore di lancio per missioni manned che è il Saturno 5 con i Booster dello Shuttle, questa si una roba veramente triste.. sono rimasto delusissimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Quello che dici tu Ale di riaccendere il campo magnetico sarebbe bellissimo, ma purtroppo si sa già che é impossibile. La terra ha un nucleo fuso di magma che si autosostenta per via di reazioni nucleari causate nel suo centro dalla pressione del pianeta. Marte, come la luna, non ha quasi nucleo; per questo non ha una tettonica a placche rilevante con zone di subduzione, non ha un nucleo ferromagnetico che funziona come dinamo. L'unico modo per riaccendere marte sarebbe quello di far precipitare una luna sul pianeta; in questo modo, come é accaduto per la tera 4,5 miliardi di anni fa, tutto il pianeta fonderebbe. Ma quali potrebbero essere le conseguenze per la terra (pioggie di meteoriti, etc)? Tutti argomenti affascinanti.

      Elimina
    3. Si Ale molti sono delusi dal nuovo vettore che sembra saturno V e da Orion che sembra l'Apollo, dopo 50 anni ci aspettavamo astronavi nucleari e invece... Riguardo all'esplorazione di Marte, come dici anche tu, dovunque si voglia fare qualcosa di concreto occorre procedere passo x passo. Perché conoscere male tutto il sistema solare quando é possibile conoscere un pianeta specifico più a fondo, e creare un secondo futuro trampolino di lancio? Intanto cerchiamo di comprendere bene Marte, che potrebbe rappresentare un investimento per tutti per il prossimo futuro, e dagli opportuni confronti ricaviamo le basi per poter esplorare gli altri pianeti. Qui non ci rendiamo conto che le distanze planetarie sono immense, e mentre Marte é relatimanente dietro l'anglo, Encelado, Titano, Saturno, Plutone, e altri satelliti dotati di atmosfera sono a distanze che rendono l'esplorazione automatica robotica ancora immatura. Non riusciamo neppure a far sopravvivere una sonda su venere per più di poche ore o minuti, perché in condizioni estreme e atmosfere corrosive tutta la tecnologia va riprogettata a fondo. Perforare una calotta di ghiaccio e poi calarvi una sonda, secondo me oggi non é alla portata delle tecnologie sviluppate.

      Elimina
    4. Riguardo il campo magnetico Ale ha ragione e'importante per la permanenza umana, ma vedo improbabile il riaccenderlo, la tecnologia attuale ci consente piuttosto di sfruttare i campi di forza isolati presenti qua e la sulla superficie che possono offrire una certa seppur minima protezione, usando anche habitat interrati o stanze di sicurezza isolate da pareti riempite di acqua che la nasa ha gia'previsto anche per la fase di viaggio.
      Quanto alle missioni verso i pianeti esterni e'vero che e'presto per i sommergibili ed e'presto per le lune piu'lontane, ma e'anche vero che quelle di Giove non sono poi cosi'irraggiungibili, inoltre almeno un orbiter dedicato ad Europa non sarebbe certo una rovina per le casse della nasa e ci darebbe gia'molte informazioni importanti, e'vero che bisogna conoscere bene Marte ma e'meglio non trascurare la varieta'di mondi che ci offre il Sistema Solare, anche per avere piu'dati con cui poterli raffrontare sotto i piu'vari aspetti.
      Giorgio

      Elimina
    5. Riguardo i nuovi saturnoV e Apollo secondo me sono stati una scelta obbligata in questa fase di low budget, comunque sono ipertecnologici e inoltre l'Apollo era veramente claustrofobico mentre l'Orion ospita addirittura 7 astronauti. Poi l'America si e'trovata a dover chiudere con il costoso shuttle ma al contempo dover mantenere la supremazia nello spazio. Imbarcarsi in un progetto di nave nucleare avrebbe richiesto troppo denaro e troppo tempo, lasciando troppo a lungo scoperta la capacita'usa di primeggiare. Avrebbe lasciato gli usa incapaci per decenni di andare oltre la ISS.
      Quindi ben vengano SLS ed Orion, che sono ad oggi l'unico progetto concreto al mondo per portare l'Uomo oltre l'orbita bassa terrestre.
      Giorgio

      Elimina
  9. Premessa: X Sergio, questo mio papiro inizialmente doveva essere molto più corto e pubblicato qua http://newsspazio.blogspot.it/2012/08/dove-eravate-quando-curiosity-e.html#more invece mi sono fatto prendere la mano ed adesso non so dove pubblicarlo... Non posso aspettare un altro Curiosity^_^!!!!Questo post non mi sembra troppo off topic, visto che si parla del prossimo futuro programma spaziale della NASA!

    1di 3//Vorrei scrivere e analizzare con voi il momento storico-culturale che abbiamo vissuto il giorno dell'atterraggio, di come si è vissuto l'evento nel mondo, e delle aspettative che abbiamo del futuro, per quanto riguarda la cultura scientifica nel 21° secolo!(come intro è ad effetto cosa dite???^_^)
    Sò che il discorso è troppo ampio per essere sviluppato in tutte le sue forme e direzioni, quindi mi soffermerò solo per quello che riguarda la nostra passione ed il tema del blog NEWS SPAZIO ed in particolare come la NASA sta mutando il suo approccio mediatico di fare informazione ma anche divulgazione scientifica!
    Prima i numeri che ci aiutano a dare un quadro della situazione generale, del seguito che ha avuto sulle piattaforme divulgative e social network Curiosity, ringrazio chiunque abbia precisazioni,aggiornamenti e qualunque fonte aggiuntiva che possa rendere i dati mediatici dell'evento "Curiosity su Marte" più precisi e globali e diversificati(per esempio non ho dati della Stampa)!!

    Più di 3,2 milioni di persone collegate con la piattaforma di live streaming Ustream per vedere lo sbarco domenica sera di Curiosity, più di 102.000 messaggi streaming social sono stati inviati domenica secondo il portavoce di Ustream, Tony Riggins! 
    Anche se non ci sono statistiche specifiche per la copertura di rete , la CNN ha avuto un pubblico di 426.000. Altre reti importanti come MSNBC ha avuto 365.000 spettatori, mentre CNBC ricevuto 109.000. Fox , 803 mila ! 

    Facebook: 287,989 "Mi piace"-- 109,718 coommenti

    Twitter: 152 FOLLOWING1--033.812 FOLLOWER-- 1.228 TWEET 

    Nasa  ha twittato dal vivo l'atterraggio.
    L'attivismo nelle pubbliche relazioni 2.0 sorprende, i social network, in particolare Twitter, sono una parte importante della strategia di comunicazione del l'agenzia spaziale statunitense. Il "@ NASA" ha infatti decine di account diversi per i più recenti progressi nei suoi programmi di esplorazione e organizza eventi tra gli astronauti e gli utenti sul sito di microblogging.
    Poi ci siamo noi , i blog, siti di informazione specializzati e non, eventi in piazze ,università, scuole e cinema... che aggregano tantissime persone, ovviamente non quantificabili, a parte noi se qualcuno nell'eccitazione del momento ha guardato le statistiche di Revolver Maps che abbiamo qui sulla colonna destra!Sergio tu ci hai fatto caso alle statistiche?? Se poi/vuoi, mi piacerebbe sapere le statistiche complete del fatidico giorno!!
    Continua..

    By Simo

    RispondiElimina
  10. 2di3//Il presidente americano Barack Obama ha definito l'arrivo della sonda Curiosity su Marte "un exploit tecnologico senza precedenti". Gli Stati Uniti, ha aggiunto,"hanno fatto la storia".
    "L'atterraggio con successo di Curiosity, il più perfezionato laboratorio mobile a posarsi su un altro pianeta - ha detto Obama in un comunicato -, costituisce un exploit tecnologico senza precedenti che resterà come una pietra miliare della fierezza nazionale nel futuro". Gli Stati Uniti, ha aggiunto, "hanno fatto la storia". "Questo prova che anche le cose più difficili non resistono alla nostra volontà e al nostro ingegno", ha commentato il presidente americano aggiungendo: "E il successo di questa notte ci ricorda che la nostra supremazia, non soltanto nello spazio ma anche sulla Terra, dipende dalla nostra capacità di continuare ad investire con intelligenza nell'innovazione, nella tecnologia e nella ricerca fondamentale, cosa che ha sempre fatto sì che il mondo invidi la nostra economia".

    É evidente che Obama ha fatto suo un progetto che è stato un completo successo e che userà mediaticamente come argomento nelle prossime elezioni, ma che tuttavia è stata una delle poche cosa positive da ricordare dell'aministrazione George W. Bush, al contrario sarebbe da ammonire, criticando il fatto che ha diminuito e diminuirà ulteriormente il baget della NASA..

    Tuttavia, ho notato che la NASA negli ultimi anni ha ampliato enormemente il suo ruolo di divulgatore scientifico cercando di raggiungere il più vasto pubblico, dai bambini più piccoli da indirizzare ed interessare al mondo scientifico/spaziale ai più grandi, cercando di attrarre anche chi generalmente si interessa ad altro, passando da giovani in procinto di sciegliere l'indirizzo universitario...
    Ecco alcuni esempi visti recentemente sul sito NASA:


    La piattaforma Ustream,
    http://www.ustream.tv/discovery/live/all?q=Nasa

    viene usata dalla NASA come portale delle sue iniziative per esempio c'è NASA Education", che prevede una programmazione speciale per le scuole,
    http://www.ustream.tv/channel/nasa-educational

    " NASA Edge" e "NASA 360", hanno ospitato programmi che si concentrano su diversi aspetti della NASA e This Week @ NASA", che mostra le notizie dai centri NASA in tutto il paese.


    Smokey è andato dove nessun orso era mai andato prima^_^
    http://www.nasa.gov/multimedia/videogallery/index.html?media_id=150135131
    In occasione dell'aterraggio di Curiosity e per pubblicizzare l'evento, aggregare persone e per stimolare interesse e ^_^curiosità, NASA ha ingaggiato personaggi sportivi, dello spettacolo e vecchie glorie...


    William Sanford popolarmente conosciuto come Bill Nye Science ma anche Robert Picardo il simpaticissimo e bravo dottore olografico d'emergenza in Star Trek Voyager e poi abbiamo visto recentemente William Shatner e Wil Wheaton qui sul blog:
    http://newsspazio.blogspot.it/2012/07/grand-entrance-sempre-piu-curiosity.html
    L'ex astronauta della NASA Leland Melvin, attrice Nichelle Nichols originale Uhura di StarTrek, Will.i.am il musicista, di The Black Eyed Peas, posa con i blogger nel corso della manifestazione della NASA I social media al Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California qui:
    http://washingtonexaminer.com/susan-bell-leland-melvin-nichelle-nichols-william/article/feed/2020524#.UDLSrqkaPHQ

    Questa foto anche se fuori tema è bellissima per noi fans,
    Nichelle Nichols   alla Casa Bianca per il Black History Month. Immortalata con  il presidente Obama , nello Studio Ovale entrambi salutano come i vulcaniani  nello Studio Ovale!!!!!!!!!!!!!!:-D))))^_^
    http://www.tumblr.com/tagged/lieutenant-uhura



    Continua...

    By Simo

    RispondiElimina
  11. 3di3//Non ci sono mai stato ma mi dicono che è grandioso... perchè non andare con Curiosity su Marte???
    Checking Out Martian Rovers at JPL's Official Island in SL
    http://nwn.blogs.com/nwn/2012/08/martian-rover-second-life.html

    Un altro esempio di come NASA usa le nuove tecnologie...,"interattività" sembra essere la parola "chiave"!
    Eccezionalmente ben fatto questo sito interattivo che consiglio a tutti voi, viaggio e telemetria di Curiosity e navigazione nel sistema solare con informazioni dettagliate:
    http://eyes.nasa.gov/exit.html

    L'International Space Station Live, vi permette tra l'altro di giungere alle informazioni navigando in uno spazio 3D della ISS e del controllo missione, c'è anche la telemetria in tempo reale.. non male no??
    http://spacestationlive.nasa.gov/index.html

    NASA Home & City
    http://www.nasa.gov/externalflash/nasacity/index2.htm

    Il sito web "Be a Martian", Sergio ci ha scritto un post introduttivo qua:
    http://newsspazio.blogspot.it/2009/11/chi-vuole-diventare-un-cittadino.html

    Un altro sito di NASA incredibilmente ben fatto e con un database infinito...,
    http://mars.jpl.nasa.gov/msl/

    Lista multimedia interattivi, ho provato "Rocket Science 101" e con una certa emozione ho lanciato Curiosity con successo!!!^_^:
    http://www.nasa.gov/multimedia/mmgallery/features_archive_1.html

    PARTECIPATE
    http://mars.jpl.nasa.gov/msl/participate/

    Qui, una collaborazione esterna "Science off the Sphere" dove ci sono i filmati di tutti gli esperimenti di fisica in micro-gravità, fatti dall'astronauta e chimico Dr. Don Pettit! Molto divrtenti ed interessanti:
    http://www.physicscentral.com/explore/sots/index.cfm


    Tiriamo ora le somme..., NASA ed i suoi amministratori, nella fattispecie..Charles F. Bolden, Jr., amministratore capo della NASA (dal 17 luglio 2009 ) negli ultimi anni, stanno evidentemente svecchiando NASA dandogli una immagine nuova, dinamica e fresca! Avete notato l'età degli intervistatori??... sono molto giovani e belli, un requisito non indispensabile parlando di scienza, ma evidentemente non è più così per Bolden!!
    L'impressione generale che ho è che il governo americano ha sfruttato e sfrutterà sempre di più la NASA per infondere e diffondere l'idea che investire la propria vita nelle discipline scentifiche ed in particolare lo SPAZIO è un buon investimento per il proprio futuro occupazionale, cosi facendo la nasa sta crescendo i prossimi "militanti" americani della nuova CORSA SPAZIALE..., quando si metterà in moto, il paese dominante non avrà solo bisogno di primeggiare a livello economico ,ma anche intellettuale, nello specifico delle "scienze galileiane" o le scienze che fanno integrale uso di modelli matematici, quali la fisica e la chimica, con le relative applicazioni di  astrobiologia, astrofisica, fisica delle particelle, biochimica,genetica, astronautica, ingegneria, informatica, robotica, fisica dei materiali etc.. e la materia prima sono i ragazzi di oggi che un giorno costruiranno il nuovo futuro.... il nuovo sogno americano.
    Sergio sei/siete daccordo con la mia analisi del momento???

    By Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo sei un mito :-)
      D'accordo su tuttissimo

      Elimina
    2. Simo, devi scrivere un libro! :-)

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. Dovunque ci sono tecnologie all'avanguardia trovi alla loro base dei giovani ragazzi un pò "nerd". Questo lo vedi in tutte le aziende e laboratori di ricerca. Il mio brillante fratello di 55 anni ingegnere elettrotecnico che fu a suo tempo laureato con lode, ha vissuto nel suo settore lavorativo un'esperienza con giovani ricercatori dell'Università di Bologna ed é rimasto esterefatto di come loro si sanno destreggiare con le nuove tecnologie in maniera molto più performante rispetto a ricercatori blasonati di mezza età: i ragazzi sono + ricettivi, docili, intuitivi, e più concentrati rispetto ad un adulto con figli a carico e genitori anziani. Simo se ci fai caso quasi tutte le grandi scoperte della fisica e della matematica sono state fatte da ragazzi entro i 35 anni anagrafici. Non é strano che un team di tecnologie di punta sia in mano a gente giovane, e che la loro struttura sia in mano ad un uomo più "anziano". Perché la potenza é nulla senza il controllo :-)) Che questo dei giovani + internet etc sia il nuovo indirizzo della NASA sono d'accordo e lo trovo fisiologico, nel senso che tutto il mondo sta puntando in questa direzione. Persino i russi e i cinesi si stanno aprendo alla pubblicizzazione mediatica, prima non si sapeva nulla di quello che stavano facendo. Che questo sia un biglietto da visita per Obama un pò immeritato si anche, perché il suo progetto di far entrare i privati nel programma spaziale deve ancora dimostrare la sua validità, e intanto il Curiosity é ancora della NASA, istituzione che Obama ha taglieggiato pesantemente.
      Indubbiamente come dici tu questa missione punta alla mediaticità, perché la NASA sta cercando un nuovo consenso proprio per evitare ulteriori taglieggiamenti e l'effetto conseguente sarà quello di stimolare tutti gli altri a fare altrettanto. Resta da vedere cosa Curiosity saprà trovare di stimolante su un pianeta arido che possa far emozionare anche la donna che deve fare la spesa per dar da mangiare ai figli, il falegname, il macellaio, il commercialista... questa non é la missione lunare. Noi uomini un pò nerd intanto mettiamoci comodi e godiamoci lo spettacolo!

      Elimina
    5. Eheheh.. quando parlo della cultura di chi segue News Spazio .. Simo è un esempio da seguire!!

      Elimina
  12. Certamente d'accordo Simo, e bisogna dire che e'questo che manca in Italia oltre agli strumenti ovviamente. Una visione, un sogno da seguire che possa motivare i giovani a perseguire obiettivi affascinanti. Un maggiore pionierismo, una voglia di sfida e la concreta possibilita'di essere in prima linea verso la nuova frontiera.
    Giorgio

    RispondiElimina
  13. Ringrazio Ivano,Livio,Giorgio e Ale per gli attestati di stima e i commenti e vorrei aggiungere che grazie alla nostra competenza nel campo aerospaziale siamo presenti sulla ISS con astronauti e tecnologie, un risultato prestigioso del quale dobbiamo esserne orgogliosi come Italiani e ricordarci che in alcuni campi scientifici di frontiera come la ricerca nella fisica delle particelle, primeggiamo noi e gli americani sono dei comprimari...cosi tanto per tirarci su un pò il morale Giorgio!!^_^

    By Simo

    RispondiElimina
  14. Vero Simo non abbattiamoci! :) Mi riferivo piu'al coinvolgere maggiormente i giovani, sarebbe bello che per esempio l'agenzia spaziale europea fosse un po'piu'in stile nasa cioe'piu'coinvolgente, facendo sentire la sua presenza maggiormente sia via internet sia nelle scuole, tramite l'agenzia spaziale italiana stessa, cercando di creare una maggiore cultura"spaziale" e ispirando un maggior numero di giovani, un'intera nuova generazione, verso obiettivi affascinanti e comuni. Il coinvolgimento di piu'persone porterebbe ad ottenere forse anche piu'finanziamenti, cosi come spera di fare la nasa, mi rendo conto che in Europa questo e'piu'difficile, basta raffrontare il budget nasa con quello dell'esa ma proprio per questo dovremmo fare di piu', oltretutto l'esa puo'contare quasi sul doppio dei
    contribuenti, eppure dispone di circa un quarto dei fondi che ha annualmente la nasa.
    Non mi sono stupito quando recentemente ho assistito ad una intervista tv fatta in università in cui quasi tutti i giovani non sanno cosa sia la ISS, alcuni sembrano saperlo ma poi dicono che orbita attorno a Marte, altri sono certi che lo space shuttle sia stato usato da Yuri Gagarin per raggiungere la Luna..!!!
    :)
    Giorgio

    RispondiElimina
  15. A quel punto mi sono chiesto cosa avrebbero risposto alla domanda "chi e'Neil Armstrong?"..
    Un noto jazzista americano?
    :)
    Giorgio

    RispondiElimina
  16. >>sarebbe bello che per esempio l'agenzia spaziale europea fosse un po'piu'in stile nasa cioe'piu'coinvolgente>>
    Hai perfettamente ragione, ma come ha fatto notare ASTORRE-GIORGIO, noi europei siamo un pò più "rigidi" nell'affrontare situazioni che ci mettono davanti alla possibile critica negativa, confronto agli statunitensi, che affrontano tutto con più naturalezza..
    Gli americani sono eccessivi in tutto lo sappiamo, è per questo che a volte li deridiamo, altre li critichiamo, ma ingenere li invidiamo e li prendiamo come esempio, questa NASA è il prodotto di quella società cosi difforme dalla nostra!!
    We're NASA and We Know It (Mars Curiosity)
    http://www.youtube.com/watch?v=QFvNhsWMU0c

    A me piace!!!

    By Simo

    RispondiElimina
  17. Ora comprendo perchè Nasa sia uscita dal programma EXOMARS pochi mesi fa , avevano una sonda nuova da inviare su Marte ...

    A questo punto mi sovviene un pensiero con l'invio di questa sonda secondo me il Rover Exomars perde quasi del tutto la sua funzione primaria , e magari con 1,2 Miliardi di Euri ci si potrebbe fare una missione su qualcosa di novo tipo un satellite di un pianeta esterno ....

    Ricordando che anche se Expo mars e un Rover questa una sonda , la differenza con Curiosity era che Exomars detiene una trivella molto performante e con strumenti sofisticati, altrimenti e' solo la brutta copia del rover Americano, ma la nuova sonda Americana praticamente non e' uguale ma simile , fra l'altro la collaborazione Francese e tedesca avverrà con il portare due strumenti che sono gli stessi che si dovrebbero montare sul Rover della Esa , che ne pensate ragazzi ?

    KOSLINE

    RispondiElimina
  18. Scusami KOSLINE , ? ... ,

    io penso che prima di inviare il testo, dovresti rileggertelo.

    Per favore, metti qualche virgola e punto in più, dove serve, fai frasi meno lunghe, non mettere degli spazi prima delle virgole (anche se qui si parla di Spazio), così da fare un testo più comprensibile, da subito e per tutti i ragazzi che hanno scritto finora che ho letto con tanto interesse che ora vado a guardare i links dei siti segnalati dall'anonimo By Simo che ci ha dato questi contributi.... ossigeno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Claudio chiedo venia, scritto in velocità e di notte, ma era cosi incomprensibile il mio testo XD ?


      kosline

      Elimina
  19. Claudio Costerni24 agosto 2012 15:53

    Ma nooo... non poi così tanto, potevi peggiorarlo MEGLIO.

    Non vincerebbe l’Oscar dei testi mal scritti.
    Come testo italiano non meriterebbe un voto migliore di 5 su una scala di 10, ed è anche poco rappresentativo di una coscienza alterata, pre addormentamento.
    Attento agli eccessi di velocità quando sei di notte sulla Terra, e non guidare a fari spenti con la nebbia...

    Il suo giusto spazio sarebbe il cestino o il tuo personale diario di bordo :-)
    Gli alieni che lo leggessero anche con il più astuto traduttore, rimarrebbero nel dubbio.

    Serve qualche certezza in più per tutti, grazie!

    KKK

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Costerni.. un pò di tolleranza per gli errori grammaticali altrui e un briciolo di neuroni in più accesi per comprenderne il significato.. non è difficile.. provaci!! Tolleranza Costerni.. tolleranza.. :-)

      Elimina
  20. Si, quelle poche volte che andavo a scuola, devo dire che l'italiano, non era il mio forte purtroppo, ma poi mi rifacevo alla grande, nelle materie Tecniche e Scientifiche.

    Per il resto, devo dire che sei simpatico Claudio XD. Ma alla fine, anche con tutti gli errori ortografici, possibili e inimmaginabili, se si conoscono le tematiche e dinamiche Aerospaziali, non penso che era di cosi, difficile COMPRENDONIO, da scomodare addirittura gli Alieni XD !!!!

    Alla prox ciao ...

    Kosline

    RispondiElimina
  21. Ciao KOSLINE, ora che gli americani non sono più partner nel progetto ExoMars, ESA e Roscosmos potranno dimostrare di riuscire a far atterrare su Marte un modulo dimostrativo nel 2016 e nel 2018 un rover!
    Le conoscenze tecnologiche e una capacità costruttiva affidabile è quello che è mancato ai Russi finora(sopratutto per Marte), noi europei pur avendo messo le mani in molti progetti della NASA, non siamo ancora riusciti a essere in prima linea, nell'esplorazione robotizzata del suolo marziano o su altri oggetti celesti, autonomamente!
    Il successo di Curiosity ha determinato la decisione degli americani di investire ulteriormente su Marte con la scielta di InSight,
    Noi europei quindi abbiamo preso l'impegno prima degli americani, e sono loro al massimo che, quando si sono sbloccati i finanziamenti, potevono cambiare destinazione, se necessario...
    Per quanto ci riguarda ExoMars è una missione dimostratrice; nel 2016 ad un certo punto del viaggio EDM si staccherà dall'orbiter per atterrare su Marte.
    EDM,  Entry, Descent and Landing Demonstrator Module, serve appunto per testare le tecnologie di comunicazione e telemetria tra il modulo, l'orbiter e la Terra, fino al touchdown, questa è la missione del modulo... TESTARE le nostre tecnologie!!
    Se tutto andrà bene nel 2018 faremo atterrare un rover con un comparto scientifico, e con una mobilità simile a OPPORTUNITY!
    Dati più precisi^_^..., li scriverei se all'ESA avessero le idee chiare:-((
    A proposito di quello che dicevamo prima Giorgio, il sito dell'ESA è scandalosamente non aggiornato,leggete qua;

    >>The 2018 mission of the ExoMars programme consists of two rovers, one developed by ESA and the other by NASA. Both will be carried to Mars on a single launch vehicle and will land at the same site on the Red Planet. >>

    http://exploration.esa.int/science-e/www/object/index.cfm?fobjectid=48088

    Mi chiedo come possimo riuscire nell'impresa di un atterraggio su Marte, se non sappiamo gestire il SITO di tutta l'agenzia spaziale europea.. vi prego ditemi che è un'icubo e che la realtà è un'altra...sigh ma anche sob!!

    Una notizia recente che mi ha fatto strabuzzare gli occhi quando l'ho letta e che l'India manderà su Marte un orbiter! Si tratta di un obiettivo ambizioso, con un lancio previsto nel mese di novembre 2013, per un volo di 10 mesi, ha detto Kiran Karnik dell'Indian Space Research Organization. Fonte:CNN

    Per approfondire...:
    http://edition.cnn.com/2012/08/15/world/asia/india-mars/index.html
    Non mi consola, ma anche il sito dell'agenzia spaziale indiana non è aggiornato, e non accenna neanche la notizia..mah..., non vi sembra strano tutto ciò??

    By Simo

    RispondiElimina
  22. Hola Simo, Grazie delle info sulla missione Indiana, non la conoscevo...

    Si il sito Esa e' scandaloso XD, e quello Esa Italia, ancora di più, qua puoi vedere il drill, che e' lo strumento n° 1 della missione http://exploration.esa.int/science-e/www/object/index.cfm?fobjectid=43611 tutta tecnologia Italiana.

    Dici bene che nel 2016 sarà lanciato il dimostratore, e nel 2018 si dovrebbe fare questa benedetta missione. ExoMars era secondo me, un bel progetto, quando è stato approvato nel 2005, per un lancio che doveva avvenire nel 2011, poi la grande burocrazia Europea a fatto si che si sono susseguiti, ritardi su ritardi, e oggi, alla luce di questa nuova missione Americana, e di Curiosity, ci ritroviamo, qualcosa che per carità e' sempre una bella missione, ma al suo costo, si rivelerà molto poco appetibile(passami il termine), un semy flop, in quanto gli obbiettivi della missione, ormai sono quasi tutti storia !!!

    Ti dico tutto questo, perchè la mossa dei Francesi e dei Tedeschi appare alquanto strana, InSight monterà gli strumenti di EXOMARS Francesi e Tedeschi, il sismometro (SEIS, Seismic Experiment for Interior Structure) è francese, realizzato dal CNES, mentre la sonda HP3 (Heat flow and Physical Properties Probe) è firmata dalla DLR, tutte cose progettate per il Rover Europeo, di colpo vengono montate su una sonda Americana.

    E qui si aprono le danze Simo, qualcuno vocifera che già dal prossimo consiglio d'amministrazione, la Francia spalleggiata dalla Germania, proporrà di rivedere la Missione ExoMars.

    Vedremo se sono solo chiacchiere di paese, o cose reali, un saluto alla prox Simo ....

    Kosline

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A questo punto rivedere la missione ExoMars è una buona idea..cambiare la struttura della missione mi sembra ormai tropo tardi, forse si può cambiare obbiettivo finale del rover!
      Comunque per fare il test del 2016 va bene anche Marte, se poi decidessimo di lasciare tutto com'è, mi andrebbe bene lo stesso, in tutte le missioni di confine, il punto di atterraggio è quello fa la differenza tra una importante missione ad una straordinaria missione scientifica, abbiamo visto che Marte ha, luoghi affascinanti e misteriosi, che ancora aspettano di essere indagati e poi c'è il Drill che citavi, questo InSight non c'è l'ha;
      il Drill permetterà carotaggi fino a 2metri per poi analizzarli con lo spettrometro IR!
      Il discorso tempo è fondamentale, come dici tu i tempi della realizzazione si sono allungati cosi tanto, da far diventare il tipo di ricerca(carotaggio) della missione normale e non straordinario come ci si aspetterebbe da una missione cosi impegnativa economicamente.I possibili risultati potranno essere comunque straordinari.. con una oculata scelta del luogo e molta fortuna potremmo completare i risultati scientifici delle missioni precedenti
      ampliando cosi la nostra conoscenza di Marte.

      By Simo

      Elimina
    2. Quoto Todo, Simo .

      Vediamo, come si evolve la cosa, nei prossimi mesi ,,,,

      Kosline

      Elimina
  23. L'India..e noi abbiamo le Onlus che aiutano i LORO poveri.

    l'Europa con la sua "invidia" anti-americana e non sa manco gestire un SITO..:)

    Io mi trasferisco nel paese in cui sebbene non sia il bengodi nè sia fantastico come si possa immaginare perlomeno qualcosa FANNO nello e per lo spazio.Non chiacchere e millanterie Europee..

    L'America.

    RispondiElimina
  24. Se pensiamo all'India in prospettiva, è importantissimo che una grande nazione pensi al proprio futuro, e lo spazio sarà presto il posto dove ci misureremo tutti, non esserci significherà far parte del terzo mondo nel XXIsecolo!!

    By Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono perfettamente daccordo con Giorgio... in questo caso penso che l'India dovrebbe si pensare a sviluppare tecnologia spaziale, ma dare un bel restiling al livello di vita degli indiani.. in tutti i settori.. muoiono di fame però hanno l'atomica!! E quando hai l'atomica cosa ci fai?? ..è una stupidaggine .. nessuno la potrà mai usare!! tanto vale usare quei soldi per sfamare i propri cittadini..

      Elimina
  25. Come scrivevo qualche commento fa gli USA sono sempre stati invidiati e presi ad esempio....
    Per quanto riguarda gli imitatori ad ogni costo...il mondo ne è pieno... e l'India è in buona compagnia:
    USA(8.500), Russia(11.000), Francia(circa 300),Cina(240), Regno Unito(225) Corea del Nord, Pakistan(90-110),INDIA(80-100), Israele(80).

    TRA PARENTESI, ANCHE SE POCO INTUIBILE VISTO LE CIFRE, IL NUMERO DI TESTATE NUCLEARI!!!!!
    Prima del parziale disarmo di USA e URSS nel 1985 erano 65.000 testate nucleari attive!
    Hai ragione Ale, tutti questi stati hanno dei poveri a cui rendere conto del proprio arsenale atomico!

    By Simo

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.