Cerca in News Spazio

venerdì 7 ottobre 2011

Veicolo spaziale di discesa su Marte pronto, rover Curiosity INSIDE, by NASA!


NEWS SPAZIO :- Continuano le operazioni pre-lancio del rover NASA Curiosity, il Mars Science Laboratory che tra Novembre e Dicembre partirà dalla Terra con destinazione Marte, Cratere Gale. Seguiamo MSL da tanto tempo ormai, date un'occhiata alla sezione del blog a lui dedicata, al seguente URL


In questo post vi propongo tre bellissime fotografie di altrettanti momenti durante la preparazione dei veicolo di discesa della missione.



Ci troviamo in Florida, al NASA Payload Hazardous Servicing Facility del Kennedy Space Center.
La foto che vedete in alto ci mostra Curiosity all'interno del "back shell powered descent vehicle" nella sua configurazione di lancio.

Come potete vedere il rover ed il suo stadio di discesa motorizzato sono stati integrati e sono incapsulati all'interno del back shell, il rivestimento protettivo che comprende vari componenti tra cui il paracadute da usare durante la discesa su Marte.

I cerchietti gialli che vedete in cima alla struttura sono le antenne radar dello stadio di discesa e verranno utilizzare per calcolare la velocità di discesa e l'altitudine del rover.

Tutta la struttura viene ruotata da un potente braccio robotico per essere poi unita allo scudo termico ("heat shield") che vedete in primo piano nella seconda foto, qui sotto.


Vedete il back shell che viene avvicinato allo heat shield per essere integrati insieme e formare così il veicolo di discesa.

Veniamo quindi all'immagine qui sotto ripresa il giorno 1 Ottobre 2011


Potete vedere il veicolo nella sua configurazione di lancio, l'aeroshell con lo heat shield insieme, pronti "all'ammartaggio".

Immagini, credit NASA/JPL-Caltech.

Fonte dati, NASA.

13 commenti:

  1. il Pathos cresce..

    Questa mission ha un profilo cosi' innovativo che è un grosso step nell'approccio a un landing planet..

    RispondiElimina
  2. Incredibile la sua dimensione... spirit e opportunity al confronto erano giocattoli.

    RispondiElimina
  3. spero che stavolta riusciranno a trovare qualcosa di interessante.. anche per gli scettici di queste missioni finiranno di lamentarsi............

    RispondiElimina
  4. Trovare è relativo..i passi tecnologici sono FONDAMENTALI per proseguire nell'esperienza di landing

    Poi dovremo arrivare al Departure.

    Ovvero Touch and go..atterrare prendere e ripartire.

    QUELLO SI che sarà uno steppone che ci catapulterà nella Vera Esplorazione.

    Questa mission sicuramente testa il sistema di landing morbido e controllato in una versione se vogliamo "futuristica" ovvero molto più avanzata e necessaria.

    Poi che trovino o meno..ti dirò che mi importa un fico secco.

    "Roba" da trovare ve nè..ma sicuramente NEL sottosuolo.

    mica l'oro lo troviamo cosi' camminando persino sulla Terra..se non sapessimo che ci sta in alcuni fiumi sulla terra..col tubo che lo troveresti.

    Quindi figuriamoci il Rame lo Zinco o i minerali rari..

    SCAVARE dobbiamo..e darci una mossa pure!!

    RispondiElimina
  5. A me interesserebbe capire qualcosa di più su questo nuovo hardware di landing - prima si paracadutava tutto, ora si fa atterrare tutto con una nuova grande facilità (guarda il razzo spacex totalmente riutilizzabile, il multi-purpose-crew-veichle che adesso prevede anche il sistema "abort"...) insomma: di colpo é diventato facilissimo atterrare con dei razzi. Come mai? Nuovi studi?

    RispondiElimina
  6. Ho visto diversi mesi fa test..e se non sbaglio la NASA aveva pure premiato un gruppo di lavoro privato che se l'è inventato e testato con la gravità terrestre con successo..a dire il vero era un gara aperta a diversi gruppi.

    Pare che la cosa abbia funzionato cosi' bene che l'hanno quindi replicata..o presa in toto..

    RispondiElimina
  7. Per Curiosity non poteva essere applicato lo stesso sistema di ammartaggio usato per i rover precedenti. Paracatute + airbag non avrebbero funzionato per MSL date le sue dimensioni, praticamente un SUV.

    Per quanto riguarda SpaceX il loro sistema totalmente riutilizzabile per ora è solo alla fase progettuale. Spero che possano dimostrare che la loro strada è fattibile, ma è ancora un po' presto.

    RispondiElimina
  8. Esatto!!
    Per ora è solo grafica al computer!!
    Speriamo bene.
    Non sono i primi a provarci!!

    RispondiElimina
  9. L'atterraggio con cavi di acciaio per Curiosity è dovuto al grande peso del veicolo!

    RispondiElimina
  10. Era ora....... finalmente qualcosa di interessante,
    in realtà non c'è niente di particolarmente complicato per un computer di modeste capacità fare tutto ciò.

    Il problema è fare arrivare tutto intero a destinazione, tra vibrazioni e temperature estreme.

    Il robottino residente è li che se la ride, e dice!!
    HAIOO datevi una mossa.

    A parte gli scherzi, interessante la mossa Cinese, invece di ammartare "attracca" su....su..Phobos mi sembra,
    In effetti l'esplorazione di Marte potrebbe avvenire anche con una serie di robot di adeguate dimensioni sulla superfice del pianeta, con la gestione umana delle macchine dall'orbita o addirittura da uno dei due satelliti naturali, così si evita la pallosa "latenza".
    In effetti bisognerà PUR trovare qualcosa di interessante sulla superfice o sotto di essa,
    prima di convincere l'opinione pubblica ad inviare un team in esplorazione, sopratutto in questo periodo.

    Comunque io sono fiducioso

    RispondiElimina
  11. E' una sonda russa che attracca su Phobos.
    I cinesi fanno solo da passeggeri con una piccola sonda agganciata alla Phobos Grunt russa.
    Quando arriveranno in orbita marziana la sonda russa sgancerà la Yinghuo e proseguirà verso Phobos.

    RispondiElimina
  12. Comunque sia..più facciam casino su pianeti e lune..più son contento..

    Magari avessimo i fondi per Titan-anare...Io-anare..Enceladus-anare eccc...eccc...:)

    porkazza miseria..Titano-Io-Europa-Enceladus-Amalthea-e company sono lune e pianeti che HANNO di certo un bordello di cose interessanti..

    Si Si lo so lo so..fin lassu' sarà lunga arrivarci in questo secolo..

    Amen.

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.