Cerca in News Spazio

lunedì 28 febbraio 2011

Virgin Galactic annuncia il primo contratto al mondo per mandare ricercatori nello Spazio sui propri voli suborbitali

(Immagine, credit Virgin Galactic)

NEWS SPAZIO :- Non solamente turismo come business per i voli spaziali suborbitali di Virgin Galactic. La società di Sir Richard Branson ha infatti annunciato oggi di aver concluso il primo contratto al mondo per far volare nello spazio scienziati con lo scopo di compiere esperimenti scientifici.

Il contratto è stato siglato tra Virgin Galactic e la Southwest Research Institute (SwRI) per condurre esperimenti in microgravità (biologia, clima, astronomia).

SwRI ha già "prenotato" due posti per i prossimi voli spaziali suborbitali di Virgin Galactic. L'agreement ne prevede altri 6, per un costo totale di 1,6 M USD.




SwRI è un'organizzazione indipendente non profit di ricerca e sviluppo in ingegneria applicata e scienze fisiche. Ha più di 3000 impiegati che effettuano attività sia per clienti industriali che governativi.
Oltre a portare e condurre esperimenti scientifici sviluppati al proprio interno SwRI ha anche intenzione di assistere altre istituzioni scientifiche Americane che non hanno esperienza di volo spaziale a realizzare e far volare i loro payload  e loro personale in missioni suborbitali.

Le parole di George Whitesides, Presidente e CEO of Virgin Galactic: "Questo agreement segna l'enorme potenziale scientifico del Virgin spaceflight system. Virgin Galactic sarà in grado di offrire a ricercatori voli spaziali che sono senza precedenti come frequenza e costo...".

E' ora il turno del Dr.Alan Stern, Associate Vice President della divisione Space Division di SwRI ed ex NASA Associate Administrator for Science: "Noi di SwRI siamo molto entusiasti circa questo accordo. Inizialmente due dei nostri payload specialists voleranno con Virgin Galactic per condurre monitoraggio biomedico, rilevamento di immagini atmosferiche ed esperimenti in microgravità su regolite planetaria...".

Fonte dati, Virgin Galactic.

5 commenti:

  1. Ma i voli Virgin Galactic non durano al massimo 15 min?
    Oppure hanno potenziato la navetta che ora è in grado di permanenze suborbitali + lunghe?

    RispondiElimina
  2. Al massimo 5 minuti in condizione di microgravità per una durata complessiva di volo di circa 2 ore.

    RispondiElimina
  3. In verità mi sembra che l'XCor americana, che offre voli suborbitali con la sua navetta Linx che quest'anno dovrebbe iniziare i voli di prova, abbia stipulato ancora l'anno scorso dei contratti per voli scientifici prima con un'università sudcoreana e poi con alcune istituzioni scientifiche americane.

    @ Ciao84: la durata è sempre quella ma è comunque sufficiente per molti esperimenti che attualmente vengono effettuati con razzi sonda e traiettorie suborbitali ma a costi maggiori e senza presenza umana.

    RispondiElimina
  4. Ora come ora per degli esperimenti escludendo la ISS si usano i Voli Parabolici , in cui si ottiene una condizione di G 0 per pochi Secondi ,mentre con Virgin Galactic si otterrebbe un condizione di Micro gravità per pochi minuti ,non molto ma un aumento di tempo enorme .Sara interessante vedere cosa succederà quando Bigelow Aerospace costruira delle Stazioni Spaziali gonfiabili .

    RispondiElimina
  5. Il Futuro è comunque qui amici..:)

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.